rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Fasano

Acque di lavaggio olive scaricate illegalmente nel terreno: denuncia e sequestro

I carabinieri forestali hanno sequestrato l’ area invasa dai liquidi, pari a circa 4mila e 400 metri quadri, nonché il sistema di tubazioni collegato alla vasca, per una lunghezza di circa 40 metri

FASANO - In agro di Fasano e con l’ ausilio dei tecnici dell’ agenzia regionale per la protezione ambientale, i militari della stazione forestale di Ostuni hanno denunciato un 71enne, titolare di un frantoio. Il reato contestato è quello di scarico non autorizzato di reflui industriali.

In particolare, i militari hanno accertato che i ristagni di liquido maleodorante su alcuni terreni agricoli erano provocati da fenomeni di “lagunaggio”, a seguito di sversamento di una vasca di raccolta, con un sistema di tubazioni che, al raggiungimento del livello di colmo, provvedeva a convogliare all’ esterno le acque di lavaggio delle olive frammiste a quelle di dilavamento del piazzale dell’ opificio.

I carabinieri forestali, quindi, hanno proceduto immediatamente a sottoporre a sequestro preventivo penale tutta l’ area invasa dai liquidi, pari a circa 4mila e 400 metri quadri, nonché il sistema di tubazioni collegato alla vasca, per una lunghezza di circa 40 metri.
Il titolare dell’ azienda, N.P. di anni 71, è stato denunciato alla procura della Repubblica di Brindisi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque di lavaggio olive scaricate illegalmente nel terreno: denuncia e sequestro

BrindisiReport è in caricamento