Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Carovigno

Fatale impatto fra auto di servizio dell'Asl e altra vettura: dimesso il collega della vittima

E' stata dimessa con 20 giorni di prognosi una delle persone coinvolte nel tragico incidente in contrada Pezze D'Area che ieri pomeriggio (20 febbraio) è costato la vita al sociologo dell'Asl Antonio Pannofino, 62 anni, di Cisternino. Si tratta di Giovanni Vita, 59 anni, di Carovigno, anche lui dipendente dell'azienda sanitaria

BRINDISI – E’ stata dimessa con 20 giorni di prognosi una delle persone coinvolte nel tragico incidente in contrada Pezze D’Area che ieri pomeriggio (20 febbraio) è costato la vita al sociologo dell’Asl Antonio Pannofino, 62 anni, di Cisternino. Si tratta di Giovanni Vita, 59 anni, di Carovigno, anche lui dipendente dell’azienda sanitaria. Vita ha riportato traumi contusivi alla spalla e al torace, oltre a una frattura al costato. 

Questi viaggiava insieme a Pannofino su una Fiat Panda di servizio dell’Asl. Il terzo infortunato, il 74enne Cosimo Calamo, di Ostuni, alla guida di una Renault Scenic, ha riportato invece delle lesioni agli arti inferiori refertate con 30 giorni di prognosi. Sulla dinamica del sinistro indagano i vigili urbani di Carovigno, che hanno effettuato i rilievi del caso con il supporto di un paio di pattuglie della polizia e dei vigili urbani. Lo scontro si è verificato poco dopo le ore 15. 

Pannofino e Vita provenivano dall’ospedale Perrino di Brindisi, dove avevano prelevato del materiale informatico destinato a una struttura sanitaria di Cisternino. Vita si sarebbe dovuto fermate nella sua abitazione di Carovigno. Pannofino avrebbe invece dovuto proseguire verso il Cisternino. Ma sulla strada provinciale che collega Specchiolla a San Vito dei Normanni, all’altezza del ristorante – hotel “Sotto le stelle”, poco prima di un cavalcavia ferroviario, è avvenuta la terribile collisione con la Renault del 74 enne. A seguito dell’impatto, entrambe le auto sono finite nelle scarpate ai bordi opposti della carreggiata.

Le condizioni di Pannofino sono parse fin dal primo momento gravissime. I primi soccorsi sono stati prestati da un vigile del fuoco fuori servizio e da tre donne che abitano nelle vicinanze. Nel volgere di pochi minuti sono arrivate tre ambulanze e una squadra di pompieri. Una pattuglia della polizia Stradale ha deviato il traffico all’inizio della direttrice. I paramedici hanno praticato un massaggio cardiaco su Pannofino. Ma il suo cuore ha smesso di battere poco dopo, nel nosocomio brindisino. 

Il sociologo era addetto all'ufficio Sistema informativo del distretto sociosanitario numero 1 dell'azienda sanitaria. Collaborava da anni con il personale dei servizi sociali di Cisternino, Ceglie Messapica e Carovigno. Lascia una moglie e due figli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatale impatto fra auto di servizio dell'Asl e altra vettura: dimesso il collega della vittima

BrindisiReport è in caricamento