rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Favoreggiamento, denunciato il ferito

BRINDISI - Denuncia per favoreggiamento personale a carico di Andrea Reho, il 2oenne brindisino ferito ieri sera ad una coscia con un colpo di pistola, mentre si trovava in piazza Galileo Ferraris al quartiere Paradiso. Le tracce del fatto accuratamente cancellate, la ostentata omertà di Reho riguardo l'identità del feritore, hanno convinto gli investigatori della Squadra mobile a procedere segnalando al magistrato di turno il protagonista del fatto.

BRINDISI - Denuncia per favoreggiamento personale a carico di Andrea Reho, il 2oenne brindisino ferito ieri sera ad una coscia con un colpo di pistola, mentre si trovava in piazza Galileo Ferraris al quartiere Paradiso. Le tracce del fatto accuratamente cancellate, la ostentata omertà di Reho riguardo l'identità del feritore, hanno convinto gli investigatori della Squadra mobile a procedere segnalando al magistrato di turno il protagonista del fatto.

Reho non ha riportato conseguenze gravi. Nella tarda serata di ieri sembra abbia inscenato l'ennesima gazzarra al pronto soccorso dell'ospedale Perrino per essere dimesso in tutta fretta. La pallottola - contrariamente a quanto si supponeva - ha attraversato i tessuti muscolari senza toccare nè il femore nè vasi importanti. Quindi solo i fori di entrata e usciti, disinfettati e suturati. La prognosi è lieve.

Lo scenario della gambizzazione, alle 18, 15 quando il fatto è avvenuto, doveva comprendere - oltre allo sparatore e a suoi eventuali complici - anche varie persone come è normale in quel luogo in ore in cui l'afa si avverte ancora in maniera pesante. Però chi doveva punire Andrea Reho non ci ha pensato due volte. E neppure Reho si è preoccupato prima di se stesso, visto che sembra si sia fatto trasportare prima al suo quartiere di residenza e poi in ospedale.

Sotto c'è qualcosa che si desidera tenere nascosta che non è solo l'identità del feritore. Lite tra spacciatori, contrasti nello stesso gruppo malavitoso? La polizia ci sta lavorando. Reho, come qualcuno ricorderà, era stato arrestato il 3 agosto sempre dalla Mobile per due aggressioni avvenute a marzo: la prima contro il medico e consigliere comunale Salvatore Brigante, all'ospedale Perrino, la seconda ai danni di un controllore della Stp (assieme ad un complice), dopo aver fermato il bus dove in precedenza la sua ragazza era stata multata.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favoreggiamento, denunciato il ferito

BrindisiReport è in caricamento