Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Erchie

Si stacca il tubo dell'aria compressa: colpito al volto un operaio

Ricoverato 27enne di Erchie che lavorava a Galatone alla posa della fibra ottica. Prognosi di 30 giorni

GALATONE (da LeccePrima) – Trenta giorni di prognosi salvo complicazioni per un operaio di 27 anni di Erchie, che stava lavorando per la ditta Imar di Nardò alla posa dei cablaggi della fibra ottica. Il giovane è stato colpito al volto dalla frustata violenta di un tubo della macchina spingi-fibra, staccatosi improvvisamente.

Le conseguenze sono state un trauma oculare con edema della retina, e una frattura della parete superiore dell’orbita. L'incidente si è verificato a Galatone. L'operaio è stato soccorso e trasportato all'ospedale Vito Fazzi di Lecce da una equipe del 118 di Galatina. Erano circa le 11 e gli operai si trovavano in piazza Umberto I.

La vittima stava manovrando la macchina prenumatica che spinge i cavi nella condotta interrata, quando il bocchettone del tubo dell'aria compressa si è staccato colpendolo al volto. L'impatto ha sbalzato indietro l'operaio, facendogli perdere i sensi per breve tempo. I compagni presenti nel cantiere hanno subito chiamato i soccorsi e sul posto sono arrivati gli operatori del 118, gli agenti di polizia locale di Galatone e gli ispettori dello Spesal dell’Asl.

Sono proprio questi ultimi, specializzati in materia di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, ad aver avviato l’indagine per accertare la dinamica dei fatti e le eventuali responsabilità. Del caso è stato avvisato il magistrato di turno che attende la relazione dello Spesal. Il giovane  operaio di Erchie al momento ricoverato nel reparto di Oftalmologia del Vito Fazzi.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si stacca il tubo dell'aria compressa: colpito al volto un operaio

BrindisiReport è in caricamento