rotate-mobile
Cronaca

Ferrarese: "Avevo visto giusto"

BRINDISI - "Oggi un incendio ha distrutto tutto. Vuol dire che eravamo sulla strada giusta". Così attacca il commento di Massimo Ferrarese su Facebook sull'incendio che oggi ha distrutto molti documenti negli uffici della presidenza di Cittadella della Ricerca, portata alla liquidazione dalla gestione imposta proprio dalla Provincia. Ferrarese pare non nutrire dubbi: chi ha incendito le carte voleva colpire la strategia adottata dal presideinte dimissionario dell'amministrazione provinciale per Cittadella della Ricerca.

BRINDISI - "Oggi un incendio ha distrutto tutto. Vuol dire che eravamo sulla strada giusta".  Così attacca il commento di Massimo Ferrarese su Facebook sull'incendio che oggi ha distrutto molti documenti negli uffici della presidenza di Cittadella della Ricerca, portata alla liquidazione dalla gestione imposta proprio dalla Provincia. Ferrarese pare non nutrire dubbi: chi ha incendito le carte voleva colpire la strategia adottata dal presidente dimissionario dell'amministrazione provinciale per Cittadella della Ricerca.

Ovviamente saranno gli investigatori a stabilire se sia proprio così, e stabilire chi in realtà potessero danneggiare i documenti distrutti. Intanto Ferrarese dice di fatto che l'incendio voleva intimidire lui. "Ho iniziato circa due anni fa a voler vederci chiaro su quanto accadeva alla Cittadella della ricerca che drenava tanti fondi alla nostra Provincia. Gli sprechi erano enormi e oggi, dopo aver fatto tanta pulizia e tante battaglie, ho riportato la cittadella in utile dopo che era costata milioni di euro alle casse della Provincia e quindi ai nostri cittadini".

Una società in liquidazione è l'esatto contrario di una società in utile, a meno che non lo fosse e non doveva essere perciò liquidata. Ma Ferrarese non si ferma: "Non mi sono mai arreso ed ho continuato a chiedere chiarimenti anche all'attuale liquidatore che in effetti si è dato da fare ed ha attivato subito tutte le misure per rientrare dei crediti vantati e con gli avvocati abbiamo iniziato procedure legali contro coloro i quali erano stati per anni graziati. Mentre facciamo tutto questo un incendio (gli inquirenti dicono doloso) questa mattina ha incenerito il 75% della documentazione conservata negli uffici".

"Questi documenti riguardavano sia la Cittadella che il vecchio Pastis. E' evidente che eravamo sulla strada giusta. Nessuno con questo pensi di intimorirmi e dico subito che per quanto mi riguarda non è finita. Sono convinto che presto sarà fatta giustizia sugli sprechi (e non solo) di cui è stata vittima quella società per decenni". Affermazioni di una notevole gravità. Ma domani in consiglio provinciale si saprà se le cose stanno proprio come dice Ferrarese. Sull'incendio meglio aspettare l'esito delle indagini.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrarese: "Avevo visto giusto"

BrindisiReport è in caricamento