menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa dell'Arma, encomi ed elogi a 25 carabinieri per l'anniversario della fondazione

Sono 25 i militari in forza al Comando dei carabinieri di Brindisi che si sono distinti per meriti speciali in operazioni di servizio di particolare pregio. Oggi sono stati premiati nell'ambito dei festeggiamenti svoltisi per il 203esimo anniversario della fondazione dell'Arma

BRINDISI – Sono 25 i militari in forza al Comando dei carabinieri di Brindisi che si sono distinti per meriti speciali in operazioni di servizio di particolare pregio. Oggi sono stati premiati nell’ambito dei festeggiamenti svoltisi per il 203esimo anniversario della fondazione dell’Arma.

VIDEO

L'Arma in provincia ha aumentato la proiezione esterna e la rapidità di reazione dei reparti, allo scopo di incrementare il controllo del territorio e sviluppare, di conseguenza, una efficace azione preventiva e informativa, aumentare la visibilità, consolidare il rapporto con la popolazione e aumentare la percezione della sicurezza e, di riflesso, di stima verso le Istituzioni. Sono testimonianza della maggiore e più efficace capacità operativa i dati relativi ai controlli effettuati, nel corso dei servizi esterni di pattuglia e perlustrazione, su 62213 servizi (il 3 per cento in più dell’anno precedente) sono state controllate 88741 persone e 57009 veicoli, quelli relativi agli arresti 801 contro i 788 dello stesso periodo precedente (1,6 per cento in più).

IMG_3198-3

I fenomeni criminali emergenti (così come praticato per quello dei furti a danno di bancomat, o delle rapine in villa, recentemente individuati) sono oggetto di una attenta pianificazione preventiva e, d'intesa con la Procura competente, repressiva. In tale contesto, nell'ottica dell'oculato utilizzo delle risorse di polizia disponibili, sono prioritariamente affrontati i fenomeni criminali che ledono i diritti fondamentali dei cittadini e che impattano con maggiore forza sulla percezione della sicurezza.

Altro settore di impegno per le stazioni Carabinieri è stato il settore dell'abbandono incontrollato dei rifiuti nelle campagne e lungo le strade, comportamento che avvelena il territorio, mina la salute delle persone e rende indecoroso il nostro territorio. Le Stazioni sono fortemente orientate contrastare, non solo i reati ambientali, ma anche gli illeciti amministrativi in materia, come appunto l'abbandono dei rifiuti ordinari o speciali o lo scarico degli ingombranti sul territorio, la cui presenza è segnalata ai Sindaci per il ripristino dei luoghi.

carabinieri1-3

Di seguito i carabinieri premiati. Encomio semplice assegnato a capitano Nicola Maggio, tenente Roberto Rampino, maresciallo aiutante s.ups Salvatore Doria, maresciallo aiutante s.ups Francesco Gullo, maresciallo capo Antonio Marco Manca, vicebrigadiere Gregorio Montesardo, appuntato scelto Domenico My: “Comandante di compagnia distaccata, comandante e addetti al nucleo operativo e radiomobile operanti in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità organizzata, evidenziando spiccato intuito investigativo, alto senso del dovere e non comune spirito di sacrificio, conducevano complessa ed articolata attività d’indagine nei confronti di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti. L’operazione si concludeva con l’arresto di 23 persone e con il sequestro di 40 kg di cocaina, di armi e munizioni, nonché della somma contante di 428.000 euro. Marzo 2015 - aprile 2016”.

maggio rampino-2

Altro encomio semplice a maresciallo aiutante s.ups Cosimo Camarda, maresciallo capo Pietro Massimiliano Daddabbo, appuntato scelto Emanuele Cagnazzo, appuntato scelto Michele Rucco: “Addetti a nucleo operativo e radiomobile di compagnia urbana operante in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità organizzata, evidenziando spiccato intuito investigativo, alto senso del dovere e non comune spirito di sacrificio, conducevano complessa ed articolata attività d’indagine nei confronti di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsioni consumate con l’aggravante del metodo mafioso. L’operazione si concludeva con l’esecuzione di 10 provvedimenti restrittivi ed il sequestro di un rilevante quantitativo di droga. Brindisi e provincia maggio 2012 — maggio 2016”.

carabinieri-7-5

Poi ancora all'appuntato Cristian Occhineri: “Addetto a stazione distaccata, evidenziando generoso altruismo, spirito d’iniziativa ed alto senso del dovere, libero dal servizio, non esitava a soccorrere un disabile su una sedia a rotelle che stava soffocando a causa di un boccone di cibo che gli ostruiva le vie respiratorie, riuscendo, con apposite manovre, a liberarlo dal corpo estraneo scongiurando più gravi conseguenze. Porto cesareo (Le), 26 maggio 2016”. 

Encomio anche al vicebrigadiere Mino Nisi: “addetto a nucleo operativo e radiomobile di compagnia capoluogo, evidenziando elevata professionalità, esemplare senso del dovere e spiccata iniziativa, insieme al proprio comandante, interveniva in soccorso di una donna che, in stato di alterazione psichica e con propositi suicidi, era in procinto di lanciarsi nel vuoto da un’alta balconata, riuscendo ad afferrarla, scongiurando così più gravi conseguenze. Brindisi, 26 agosto 2015”.

Il questore Masciopinto e Albano Carrisi-2

Altro encomio per l’appuntato scelto Fabrizio Longo: “addetto a Nucleo operativo radiomobile di compagnia distaccata operante caratterizzato da alto indice di criminalità, con perseverante impegno e qualificata professionalità, forniva determinante contributo a complessa indagine che consentiva di disarticolare due sodalizi mafiosi rivali, interrompendo sul nascere la faida che li contrapponeva. L’operazione si concludeva con l’arresto di 16 persone, responsabili dei reati di associazione mafiosa, omicidio e altro, nonché con il sequestro di un nutrito arsenale.Provincia di Catania, giugno 2014 - aprile 2015". 

Elogio scritto, invece, al luogotenente Alfredo Martinelli, al maresciallo aiutante s.ups Cosimo Rampino, al maresciallo aiutante s.ups Giovanni Corvino, all’appuntato scelto Francesco Paparusso, all’appuntato Giovanni Donno: “addetti a nucleo investigativo di comando provinciale operante in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità organizzata, si distinguevano, nel tempo, per costante lodevole comportamento nell’adempimento dei propri compiti e per l’elevato rendimento e davano ulteriore dimostrazione di dedizione al servizio e di spiccato acume investigativo conducendo complesse e articolate indagini che consentivano di individuare gli autori di un efferato omicidio e di un tentato omicidio e che si concludevano con l’esecuzione di 6 o.c.c. in carcere e l’arresto di 4 favoreggiatori. brindisi, 1° novembre 2014 — maggio 2015”.

WhatsApp Image 2017-06-05 at 13.59.47-2

Poi ancora elogio scritto al luogotenente Roberto Borrello, al maresciallo aiutante s.ups Cosimo Caraglia, maresciallo capo Ivan Egidio Orlando: “comandante e addetti a stazione carabinieri distaccata operante in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità, si distinguevano, nel tempo, per costante lodevole comportamento nell’adempimento dei propri compiti e per l’elevato rendimento e davano ulteriore dimostrazione di dedizione al servizio e di spiccato acume investigativo conducendo due distinte articolate indagini nei confronti di altrettante associazioni per delinquere responsabili di reati contro il patrimonio ed in materia di sostanze stupefacenti che permettevano di trarre in arresto 8 persone. Oria, aprile 2013 — luglio 2016”.

borrello-2

Poi ancora al luogotenente Salvatore Gioia, maresciallo aiutante s.ups Gianni Ligorio: “addetti a nucleo operativo e radiomobile di compagnia distaccata, si distinguevano, nel tempo, per costante lodevole comportamento nell’adempimento dei propri compiti e per l’elevato rendimento e davano ulteriore dimostrazione di dedizione al servizio e di spiccato acume investigativo conducendo articolate indagini connesse al fenomeno dell’intermediazione e sfruttamento del lavoro agricolo che si concludevano con l’esecuzione di tre provvedimenti cautelari. Villa Castelli e Noicattaro (Ba), settembre 2015 — aprile 2016”.

eb1b1e80-7660-4917-b2b3-e643127c5599-2

Elogio scritto anche per il vicebrigadiere Damiano Mele e l’appuntato scelto Donato Pagano: “addetti a nucleo operativo e radiomobile di compagnia capoluogo operante in territorio particolarmente sensibile sotto il profilo della sicurezza pubblica, evidenziando elevata competenza professionale, spiccato acume operativo ed incondizionata dedizione al servizio, svolgevano costante e determinata azione di contrasto alla criminalità locale contribuendo significativamente, mediante l’arresto di numerosi malfattori per reati vari, ad infondere sicurezza nella cittadinanza ed accrescere il prestigio dell’istituzione. Brindisi, giugno 2015 — settembre 2016”.

nicola conforti-6

“Il lavoro svolto insieme a voi tutti nella quotidianità silenziosa rappresenta una concreta testimonianza di positiva sinergia istituzionale. Tanto si parla di coordinamento, di rete, di sforzi sinergici. Ebbene, non sono certo il primo ad evidenziarlo, ma non posso esimermi oggi dal sottolineare pubblicamente l’armonioso e fattivo spirito di collaborazione esistente in questa Provincia. Tutti gli attori del comparto sicurezza – sia essa quella primaria afferente all’Amministrazione della pubblica sicurezza, sia quella urbana, i cui protagonisti principali sono le Amministrazioni e le polizie locali – sentono forte il senso di responsabilità che è proprio di chi assolve funzioni pubbliche, lavorando con dedizione e zelo. Quanto realizzato è stato da taluni definito “Sistema Brindisi”, ma i positivi risultati non devono appagarci, bensì costituire un costante sprone per assicurare sempre migliori standard di sicurezza”, ha detto il comandante del comando provinciale il colonnello Nicola Conforti durante la cerimonia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento