Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Tutto pronto per S.Teodoro, bancarelle in via Del Mare tra le novità

Le bancarelle, sono 223 gli stalli messi a disposizione per i venditori ambulanti, saranno dislocate lungo via del Mare, zona che di solito è destinata al parcheggio delle auto, il Lunapark in via Spalato

BRINDISI – Le bancarelle, sono 223 gli stalli messi a disposizione per i venditori ambulanti, saranno dislocate lungo via del Mare, zona che di solito è destinata al parcheggio delle auto, il Lunapark in via Spalato. E' questa la novità per i festeggiamenti dei Santi patroni della città di Brindisi, San Teodoro D’Amasea e San Lorenzo da Brindisi, in programma dal 2 al 5 settembre prossimi.

Con una spesa inferiore rispetto a quella impegnata negli anni precedenti, la giunta della sindaca Angela Carluccio è riuscita a mettere in piedi un programma che si svilupperà in un’ampia area del centro storico, da un lato dando respiro alle attività commerciali che non saranno soffocate dalla presenza dei venditori ambulanti e anzi potranno organizzare per proprio conto piccoli eventi, dall’altro rendendo fruibile ai cittadini e ai turisti l’intera zona del lungomare, da via Provinciale per Lecce a via Thaon de Revel. Gli stalli verranno dislocati dalla stazione marittima sino a via Spalato, la nuova location delle bancarelle è stata proposta dall’assessore alle Attività produttive, Cosimo Laguercia. Le postazioni saranno concesse ai commercianti che ne hanno fatto richiesta e che sono stati inseriti in una speciale graduatoria.

Per accedere alla concessione, gli ambulanti verseranno al Comune 170 euro a titolo contributivo alle spese della festa, oltre a un importo che va dai 90 ai 122 euro, a seconda delle dimensioni della bancarella e alla tipologia della rivendita. Si prevede un’entrata per il Comune di Brindisi da parte degli ambulanti di 34mila euro che serviranno a coprire esattamente le spese per le attività di supporto ai festeggiamenti: 12 bagni chimici, sei unità in più per le pulizie straordinarie, due mezzi pulizia Daily, l’incremento di 10 unità della polizia municipale e altre spese. Per le luminarie e i fuochi d’artificio è stato deciso l’affidamento alla società “in house” Energeko Gas Italia che acquisirà direttamente, mediante procedure di evidenza pubblica, le forniture e i servizi esterni necessari e svolgerà il coordinamento tecnico.

La giunta ha deliberato di non superare la spesa impegnata lo scorso anno: 29.500 euro, Iva ed energia elettrica incluse per le luminarie, 24.400 euro, Iva inclusa, per lo spettacolo pirotecnico. E’ stato inoltre deciso di attribuire all’Arcidiocesi di Brindisi 4mila euro, pari all’importo dell’anno precedente, quale contributo per la programmazione religiosa di competenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per S.Teodoro, bancarelle in via Del Mare tra le novità

BrindisiReport è in caricamento