menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa patronale, massima sicurezza: 60 stewards sul lungomare

Predisposte le misure di sicurezza in occasione delle festività dedicate ai santi Teodoro e Lorenzo da Brindisi

BRINDISI – Sessanta stewards al posto delle transenne, per garantire la sicurezza delle migliaia di persone che si riverseranno sul lungomare, nei pressi della scalinata Virgilio, per assistere all’arrivo della processione delle statue dei santi. Questa e altre misure di sicurezza sono state predisposte in vista della festa patronale dedicata a San Teodoro e San Lorenzo da Brindisi che si svolgerà da venerdì 31 agosto a domenica due settembre.

La questione è stata al centro dell’incontro tenutosi nella mattinata odierna da parte del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica , presieduto dal Prefetto Valenti ed al quale hanno partecipato il sindaco Riccardo Rossi ed il comandante della polizia locale,  unitamente ai vertici territoriali delle forze dell’ordine, al comandante provinciale dei vigili del fuoco, al comandante della sezione navale Roan della guardia di ffinanza, ai referenti della Curia arcivescovile.

Nel corso della riunione sono stati esaminati i profili di safety e security connessi all’organizzazione degli eventi celebrativi, che trovano il loro culmine  con la tradizionale processione a  mare, anche alla luce delle nuove  linee guida diramate recentemente dal Ministero dell’Interno, con la finalità prioritaria di assicurare ai cittadini di godere della festa in piena sicurezza.

Fra le misure predisposte è stato  previsto, in particolare, in luogo delle transenne utilizzate lo scorso anno  lungo la banchina prospiciente il mare e lungo le vie di esodo, l’impiego di un maggiore numero di  stewards nella misura di 60 unità, coordinati da un responsabile della sicurezza in contatto con le Forze dell'Ordine, dislocati anche presso i varchi d'accesso alle zone maggiormente affollate e nei pressi della scalinata virgiliana, con funzioni di informazione, assistenza e instradamento del pubblico. 

Sarà possibile assistere all’arrivo della processione a mare ed allo spettacolo dei fuochi di artificio, fruendo della scalinata virgiliana, per la quale è stata stimata la presenza di 859 persone, che vi potranno accedere seguendo le indicazioni  del personale di sicurezza che sarà presente; le vie di esodo lungo la stessa scalinata e le altre individuate nell’area adiacente saranno segnalate con apposita cartellonistica e presidiate dagli operatori addetti.

È stata altresì prevista una fascia di rispetto  di circa 100 metri lungo entrambe le zone laterali della scalinata che saranno lasciate libere da tavolini a servizio delle attività commerciali, per consentire il regolare flusso e/o deflusso delle persone per il tempo strettamente necessario allo svolgimento della processione e del successivo spettacolo pirotecnico.

Per quanto concerne lo svolgimento della processione a mare sono stati previsti specifici servizi a cura delle unità  della Capitaneria di Porto e della Sezione navale della Guardia di Finanza l’approntamento in acqua di idonee squadre di salvamento che intervengano in caso di necessità a cura della Polizia di Stato. Al fine di consentire un ordinato svolgimento delle celebrazioni l’Amministrazione Comunale ha regolamentato la circolazione stradale nelle aree interessate all’evento, con interdizione  al traffico e alla sosta in quelle immediatamente prospicienti il Lungomare, prevedendo circa 30 stalli dedicati alla sosta per i soggetti diversamente abili in piazza Anime e via Porta Lecce. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento