menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Festa privata per i 18 anni, multati 10 giovani al Sant'Elia

A Mesagne un cliente stava consumando la sua bevanda sotto il gazebo di un bar: sanzione per lui e per la titolare

BRINDISI - Una festa privata per i 18 anni in una casa al rione Sant'Elia di Brindisi e a Mesagne un avventore che stava consumando un alcolico sotto il gazebo di un bar: continua l'attività di contrasto alle violazioni della normativa anti-Covid da parte delle volanti della Questura di Brindisi e degli uomini dei commissariati di pubblica sicurezza di Mesagne e Ostuni.

La settimana che ha segnato il ritorno della Regione Puglia in "zona arancione" ha coinciso con un ulteriore incremento dei controlli delle forze dell'ordine in tutta la provincia. Solo negli ultimi giorni, gli uomini della Questura e dei commissariati distaccati hanno identificato decine di persone procedendo, in presenza dei necessari presupposti, alle contestazioni delle violazioni della normativa sul contenimento del contagio da Covid-19.

Nella serata di ieri (giovedì 29 aprile 2021) gli agenti delle volanti sono intervenuti nel rione Sant'Elia a seguito di una segnalazione di una festa in atto presso l'abitazione di una giovane donna. Il tempestivo intervento delle pattuglie dislocate sul territorio ha permesso di identificare dieci giovani procedendo a loro carico alla contestazione di rito che prevede una sanzione di 400 euro; analogo provvedimento è stato adottato nei confronti della padrona di casa.        

Sempre nel corso della stessa serata di ieri gli uomini del commissariato di Mesagne sono intervenuti nei pressi di un bar del centro messapico, rilevando che un avventore stava consumando una bevanda alcolica sotto un gazebo di pertinenza dello stesso esercizio commerciale. Immediatamente è scattata la contestazione a carico della titolare del bar che è incorsa anche nella sanzione accessoria della chiusura del locale per cinque giorni. Durante il controllo il compagno della signora, C.G. (55 anni, già noto alle forze dell'ordine), ha inveito contro gli operatori di polizia che lo hanno denunciato in stato di libertà per resistenza, oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale. La sanzione amministrativa prevista dall'articolo 4 comma 1 del D.L. 19/2020 è stata contestata anche all'avventore del bar.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento