rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Cronaca

Feste, negozi senza spazi vitali

BRINDISI - Gli interventi di riapertura al traffico di corso Garibaldi, la posa delle fioriere, hanno drasticamente complicato anche la situazione per la festa patronale di S. Teodoro e S. Lorenzo. Adesso i commercianti si ritrovano con le postazioni delle bancarelle tracciate sul marciapiede, senza neppure i due metri di rispetto per i pedoni previsti dall’articolo 20 del codice della strada. Parte la protesta, con una lettera, che “questa iniziativa sia effettuata nel pieno rispetto di tutti”, soprattutto dei negozi e di chi vive tutto l’anno della propria attività in corso Garibaldi.

BRINDISI - Gli interventi di riapertura al traffico di corso Garibaldi, la posa delle fioriere, hanno drasticamente complicato anche la situazione per la festa patronale di S. Teodoro e S. Lorenzo. Adesso i commercianti si ritrovano con le postazioni delle bancarelle tracciate sul marciapiede, senza neppure i due metri di rispetto per i pedoni previsti dall?articolo 20 del codice della strada. Parte la protesta, con una lettera, che ?questa iniziativa sia effettuata nel pieno rispetto di tutti?, soprattutto dei negozi e di chi vive tutto l?anno della propria attività in  corso Garibaldi.

I commercianti scrivono al sindaco, al prefetto, all?assessore all?annona e al comandante dei vigili urbani, accusando il comitato feste di assegnare gli spazi per le bancarelle senza alcun criterio lasciando poi alla polizia municipale la grana di fronteggiare i reclami. Gli autori della protesta descrivono un clima di ?scaricabarile e di irresponsabilità? in cui gli ostacoli alle normali attività di carico e scarico delle merci e di accesso ai clienti, per non parlare della visibilità delle vetrine e appunto del mancato rispetto delle prescrizioni sugli spazi, diventano l?emblema. Ora si attendono provvedimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste, negozi senza spazi vitali

BrindisiReport è in caricamento