Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Tor Pisana

Fetore, rifiuti e luci accese anche di giorno nel sottopasso della vergogna

Carte di giornale e fazzoletti sporchi e accartocciati, mozziconi di sigaretta sparsi qua e là, foglie secce e fiori disseminati sui gradini, manifesti relativi a serate ed eventi in parte strappati, pareti imbrattate con pennarelli di vario tipo. Questa è la situazione, facile da constatare, lungo il sottopasso di via Tor Pisana che continua a distinguersi per incuria e degrado

BRINDISI - Carte di giornale e fazzoletti sporchi e accartocciati, mozziconi di sigaretta sparsi qua e là, foglie secce e fiori disseminati sui gradini, manifesti relativi a serate ed eventi in parte strappati, pareti imbrattate con pennarelli di vario tipo. Questa è la situazione, facile da constatare, lungo il sottopasso di via Tor Pisana che, a tre anni dall’inaugurazione, continua a distinguersi per incuria e degrado. 

Una struttura che è rimasta immacolata davvero per pochissimi mesi, dal momento che è già da diverso tempo che, la sporcizia all’interno, sembra aver preso il sopravvento. E’ uno spettacolo poco piacevole, soprattutto se si considera che, chiunque si trovi a ad utilizzare il sottopasso, non può fare altro che camminare scansando i rifiuti che gli capitano sotto i piedi, quasi come un percorso a slalom, e tappandosi il naso per cercare di non Luci accese durante il giorno sottopasso via Tor Pisana-2respirare il cattivo odore che è nell’aria. 

Il tutto per non parlare, poi,  del risparmio energetico che risulta cosa quasi utopica. Come testimoniano le foto, infatti, nonostante la luce del sole illumini abbondantemente quel tratto del sottopasso (sempre via Tor Piasana) le lampadine sul soffitto sono ugualmente accese. 

Insomma, sembra sempre più lontano il giorno del 29 marzo 2012, quando l’allora commissario prefettizio Bruno Pezzuto tagliò il nastro dell’opera che entrò in funzione con un anno di ritardo rispetto al previsto. La struttura, oggi, agli occhi di coloro che la utilizzano, si mostra decisamente trascurata. Ciò anche a causa di quel senso di inciviltà che è in alcuni cittadini. E’ sicuramente importante che in una città bella come Brindisi vi siano strutture e spazi pensati e ideati per attività di vario tipo, ma a tal proposito, è ancor più necessario che essi vengano curati e valorizzati come meritano, altrimenti tutto finirà per non avere modo di esistere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fetore, rifiuti e luci accese anche di giorno nel sottopasso della vergogna

BrindisiReport è in caricamento