Bruciano 300 metri quadrati di macchia a Punta del Serrone

Fuoco nel parco comunale sulla litoranea nord di Brindisi. Non viene escluso il dolo: il vento ha sospinto le fiamme

BRINDISI – Subito circoscritto un incendio che oggi pomeriggio si è sviluppato all’interno del parco comunale di Punta del Serrone, sulla litoranea nord di Brindisi, già compito altre volte da episodi analoghi di natura colposa o dolosa. “Purtroppo l’incendio di oggi pomeriggio, di cui non si conoscono le cause, ha danneggiato 300 metri quadrati circa di macchia mediterranea del Parco di Punta Penne - Punta del Serrone, oltre alla staccionata di confine del parco”, fa sapere il sindaco Riccardo Rossi in un psot.

“Ringrazio i vigili del fuoco per il pronto intervento che è stato difficoltoso per il vento e per la presenza sulla strada di sacchetti di immondizia abbandonati, che hanno preso subito fuoco, un comportamento incivile che reca danno su danno – annota il sindaco -. Grazie anche alla Polizia locale che ha gestito con celerità il traffico: la visibilità sulla litoranea a causa del fumo era scarsa e pericolosa. Augurandomi che questa estate non sia segnata da incidenti, di seguito un po’ di consigli per il cittadino”, conclude il sindaco.

incendio Punta del Serrone 16 giugno 2019 2-2-2

I consigli. In caso di incendio in una zona di macchia, o in un bosco oppure in area agricola, chiamare il 115, il numero nazionale di pronto intervento del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, o il 1515, il numero nazionale di pronto intervento del Corpo Forestale dello Stato. Non accendere falò e fuochi nei boschi durante le scampagnate e servirsi delle apposite aree attrezzate. Durante le escursioni non parcheggiate l’automobile a contatto con l’erba secca: il calore della marmitta catalitica può innescare un incendio.

Infine, non abbandonare rifiuti sul terreno, perché facilmente infiammabili. Non gettare mai mozziconi di sigaretta o fiammiferi ancora accesi. Nei mesi più caldi non bruciare le stoppie, la paglia e altri residui vegetali in modo incontrollato. Sul caso del fuoco che ha devasto una porzione di macchia mediterranea Punta del Serrone al momento non si esclude nessuna ipotesi, tranne quella del tutto improbabile dell’auto-combustione. Il parco ha un sistema di videosorveglianza che, ci si augura, sia in funzione e possa aiutare la polizia locale a far luce sull’accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento