rotate-mobile
Cronaca

Fiancheggiava la Sacra Corona Unita: arrestato un albanese, aveva anche cocaina

BRINDISI – Per sfuggire all'arresto, aveva anche esibito ai militari un documento falso. Ma l'albanese di 30 anni fermato dagli uomini del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Brindisi non è riuscito a farla franca.

BRINDISI - Per sfuggire all'arresto, aveva anche esibito ai militari un documento falso. Ma l'albanese di 30 anni fermato dagli uomini del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Brindisi non è riuscito a farla franca.Era ricercato in ambito internazionale perchè destinatario di numerosi provvedimenti custodiali per reati che vanno dal traffico internazionale di stupefacenti al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Nelle sue attività, inoltre, l'albanese avrebbe anche fiancheggiato una frangia della Sacra Corona Unita. Il giovane ha cercato fino all'ultimo di sfuggire all'arresto, mostrando documenti falsi, ma i militari sono riusciti a smascherare il suo piano. In casa aveva anche cocaina, droga già sottoposta a sequestro. Quando i finanzieri gli hanno intimato di fermarsi, si trovava a bordo di una Fiat Punto.

Secondo quanto accertato, l'uomo aveva fatto parte del clan dei Campana, e in una vecchia operazione in cui venne sgominata una banda mesagnese, era riuscito a sfuggire all'arresto. Era rientrato in Italia da poco, e gli investigatori stanno proprio cercando di capire se il suo ritorno fosse dovuto ad una possibile ripresa del traffico internazionale di droga, anche considerando la "coca" che l'uomo aveva con sé in casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiancheggiava la Sacra Corona Unita: arrestato un albanese, aveva anche cocaina

BrindisiReport è in caricamento