menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La gente sul luogo della tragedia

La gente sul luogo della tragedia

Figlia morta, madre si lancia nel vuoto

CAROVIGNO - E' accaduto poco dopo le 21,30, in una zona periferica di Carovigno. Una donna di 32 anni si è lanciata nel vuoto, e i vicini di casa, pochi minuti dopo, hanno trovato nell'appartamento la figlioletta di tre anni priva di vita.

CAROVIGNO - E' accaduto poco dopo le 21,30, in una zona periferica di Carovigno. Una donna di 32 anni si è lanciata nel vuoto, e i vicini di casa, pochi minuti dopo, hanno trovato nell'appartamento la figlioletta di tre anni della protagonista del tentivo di suicidio, priva di vita, apparentemente soffocata. I carabinieri stanno cercando di appurare se giovane madre sia stata colta dalla disperazione a causa della morte della figlia, o se sia stata lei a provocarla.

Franca Sbano di 32 anni, è in coma al Perrino di Brindisi. Un momento di follia incontrollabile per la protagonista della tragica vicenda, oppure una dinamica diversa dei fatti, che i carabinieri della stazione di Carovigno e della compagnia di S.Vito dei Normanni in questi minuti stanno ricostruendo. In via Claudio Monteverdi, davanti al civico 30, si è radunata una piccola folla. Sconvolti i vicini, soprattutto quelli che hanno dato per primi l'allarme e che poi, salendo in casa, hanno trovato il corpicino esanime della bambina.

Franca Sbano viveva da sola con la figlioletta. Era separata, e questo potrebbe essere un movente nel caso si accertino responsabilità della donna nella morte della piccola. Della sua storia, al momento, si sa molto poco. Gli investigatori ne stanno raccogliendo i particolari necessari per stabilire lo scenario esatto della tragedia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento