Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Tuturano

Intervento/ File per i contenitori, quanto stress anche a Tuturano

Ultimamente e' stato assegnato il nuovo appalto per la raccolta della spazzatura. Dalla sera alla mattina una mini rivoluzione: umido raccolto in notturna senza preavviso, cassonetti stradali spariti, contenitori assegnati alle famiglie e ritirati senza opportuna comunicazione

TUTURANO - Ultimamente e’ stato assegnato il nuovo appalto per la raccolta della spazzatura. Dalla sera alla mattina una mini rivoluzione: umido raccolto in notturna senza preavviso, cassonetti stradali spariti, contenitori assegnati alle famiglie e ritirati senza opportuna comunicazione. La spazzatura si e’ dovuta lasciare in sacchetti di plastica in balia di cani e gatti randagi che ne hanno fatto scempio. Per i contenitori stradali ancora niente, ma ogni mercoledi’ la nuova ditta impianta un centro distribuzione di contenitori marrone per l’umido e grigi per l’indifferenziata.

La gente in fila e’ sempre tanta ed e’ costretta a ritornare di mercoledi’ in mercoledi’ perche’ i secchi grigi non sono mai sufficienti. Oggi si e’ vissuto l’assurdo. Ma forse e’ stato cosi’ anche nelle due settimane precedenti. Alle 11 i grigi erano gia’ finiti. La fila al solito lunga. Uno dei due dipendenti addetti alla distribuzione annotava nome, numero di carta d’identita’e faceva firmare per poter consegnare contenitori di plastica di grossolana fattura. Tutti li’ in attesa perche’ dopo dieci minuti sarebbero arrivati i grigi mancanti.

Dopo due ore ancora niente. Gli animi intanto si sono infuocati e le proteste, prima deboli e sommesse, sono diventate accese. Alcune signore, stanche ed esasperate dalla lunga attesa hanno deciso di prendere altri contenitori marrone’ in sostituzione dei grigi mancanti. Si sono avvicinate e, alla faccia delle firme e del numero della carta d’identita’, li hanno presi indisturbate.

Nel frattempo e’ arrivato il camioncino, 13.40, con un numero di contenitori insufficienti. Ecco allora tutti all’assalto del mezzo: spintoni, urti, grida verso l’operaio che distribuiva a caso dando per primi a quelli che erano arrivati per ultimi. Chi finalmente entrava in possesso dei preziosi recipienti, verde di bile e di sdegno si allontanava con un senso di profonda umiliazione. Il cittadino paga caro il servizio e riceve disservizio e mancanza di rispetto. A che serve pagare le tasse?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervento/ File per i contenitori, quanto stress anche a Tuturano

BrindisiReport è in caricamento