rotate-mobile
Cronaca Erchie

Finanziamenti con frode: due denunce

FRANCAVILLA FONTANA - Giusto il tempo di incassare il contributo statale. Poi avrebbero chiuso bottega. Così due imprenditori, legali rappresentanti di altrettante società che avrebbero percepito indebitamente i finanziamenti pubblici, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

FRANCAVILLA FONTANA - Giusto il tempo di incassare il contributo statale. Poi avrebbero chiuso bottega. Così due imprenditori, legali rappresentanti di altrettante società che avrebbero percepito indebitamente i finanziamenti pubblici, sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria.

A fornire ancora una volta una prova concreta di quanto sopraffine siano le tecniche studiate per speculare illecitamente sui più diffusi e moderni sistemi di stanziamento pubblico, sono stati stavolta i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Francavilla Fontana. I finanzieri hanno infatti scoperto una presunta truffa ai danni dello Stato, finalizzata all'acquisizione da parte delle due ditta in questione, di circa 190 mila euro, quale finanziamento a carico del Bilancio nazionale. Le due società svolgono l'attività a Francavilla e ad Erchie.

Secondo quanto accertato dalle Fiamme gialle, avrebbero illecitamente acquisito fondi pubblici, messi a disposizione dallo Stato per favorire la diffusione di forme di autoimpiego nelle aree depresse e svantaggiate del Paese. Ma all'ombra della cosiddetta "Misura micro impresa" sarebbe maturata la frode.

I finanzieri, in sostanza, hanno accertato che le imprese, una volta ottenuti i contributi pubblici, in parte a fondo perduto in parte in "conto mutuo agevolato", avrebbero cessato da lì a poco la loro attività, in violazione alla normativa che prevede il vincolo quinquennale sugli investimenti e, comunque, sino all'estinzione del mutuo.

Non solo. I militari avrebbero inoltre accertato che una delle due imprese aveva già destinato ad altrove i beni aziendali oggetto delle agevolazioni.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanziamenti con frode: due denunce

BrindisiReport è in caricamento