rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Oria

Bestiame tra i rifiuti speciali

ORIA – I militari della Guardia di Finanza di Francavilla Fontana hanno posto sotto sequestro un’area adibita a discarica abusiva di 20.000 mq ad Oria. L’operazione è stata effettuata lunedì 12 settembre. All’interno della discarica venivano anche allevati ovini, suini, equini, caprini e di bassa corte in pessime condizioni igienico-sanitarie. Una persona è stata denunciata all’autorità giudiziaria.

ORIA - I militari della Guardia di Finanza di Francavilla Fontana hanno posto sotto sequestro un'area adibita a discarica abusiva di 20.000 mq ad Oria. L'operazione è stata effettuata lunedì 12 settembre. All'interno della discarica venivano anche allevati ovini, suini, equini, caprini e di bassa corte in pessime condizioni igienico-sanitarie. Una persona è stata denunciata all'autorità giudiziaria.

L'operazione che ha visto impegnati gli uomini della Guardia di Finanza della compagnia di Francavilla Fontana insieme al Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Taranto, scattata nell'ambito di controlli a tutela dell'ambiente e al rispetto delle leggi sanitarie, è stata condotta con l'ausilio dei medici veterinari dell'Asl di Brindisi.

All'interno dell'area in questione, i militari hanno rinvenuto diverse tonnellate di rifiuti speciali pericolosi, costituiti da materiale ferroso, batterie di auto esauste, elettrodomestici ecc. Inoltre, hanno posto a sequestro, due strutture realizzate abusivamente, sulla stessa area, con cemento e tufi, adibite a stalle ed un fabbricato abusivo di circa 120 mq, adibito ad abitazione principale del titolare.

Nei 20.000 mq sequestrati venivano allevati oltre 240 tra equini, caprini, suini, pollame vario in condizioni igieniche precarie e privi di qualsiasi documentazione attestante la loro provenienza. L'attività, come già detto, si inquadra nei servizi volti a prevenire l'esercizio abusivo di allevamenti di animali privi di tracciabilità che vengono destinati alla macellazione clandestina, ovvero priva di ogni controllo sanitario sul bestiame, sinonimo di garanzia per i consumatori dei prodotti alimentari derivati.

I reati ipotizzati a carico della persona denunciata sono quelli di ricettazione, maltrattamento di animali, esercizio abusivo dell'attività di allevamento in strutture non idonee e non autorizzate, violazione del Testo Unico sull'edilizia). L'area e posta sotto sequestro si trova in contrada Schiavone, tra Oria e Manduria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bestiame tra i rifiuti speciali

BrindisiReport è in caricamento