rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca

Flash/ Imprenditore sale su traliccio

BRINDISI - Due giorni fa gli hanno bruciato il furgone, al quartiere Paradiso, e lui ha detto: "Non mi piego". Cinque anni addietro, il 15 ottobre del 2007, fu rapinato davanti alla sua abitazione e lasciato legato a terra dai banditi, per 150 euro. Lui sostiene che la criminalità lo ha rovinato, e come già tre anni prima, stamani si è arrampicato su un traliccio dell'energia elettrica alla Minnuta, lungo la strada dei Pittachi, alla periferia ovest di Brindisi.

BRINDISI - Due giorni fa gli hanno bruciato il furgone, al quartiere Paradiso, e lui ha detto: "Non mi piego". Cinque anni addietro, il 15 ottobre del 2007, fu rapinato davanti alla sua abitazione e lasciato legato a terra dai banditi, per 150 euro. Lui sostiene che la criminalità lo ha rovinato, e come già tre anni prima, stamani si è arrampicato su un traliccio dell'energia elettrica alla Minnuta, lungo la strada dei Pittachi, alla periferia ovest di Brindisi.

Sia chiama Vitantonio Carrone, ha 68 anni, e un agriturismo sulla Brindisi-San Vito dei Normanni, ma si considera ormai rovinato, "dalle tangenti che mi hanno chiesto", ha gridato dal traliccio. "Non posso più lavorare". I vigili del fuoco del comando provinciale stanno organizzando il suo recupero in sicurezza, con un cestello elevatore. Sul posto carabinieri, polizia e la giornalista dell'Ansa con cui ha chiesto di poter parlare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flash/ Imprenditore sale su traliccio

BrindisiReport è in caricamento