Flash/ Muore sotto il trattore

SERRANOVA (Carovigno) - Giovanni D'Amico, un anziano agricoltore di Carovigno che stava lavorando nelle campagne tra la borgata di Serranova e il mare, è morto poco dopo le 16 odierne a causa del ribaltamento del trattore di cui era alla guida. E' stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi per estrarre la salma dell'uomo, pare 65enne, da sotto al trattore capovolto.

Il luogo della tragedia

SERRANOVA (Carovigno) - Giovanni D'Amico, un anziano agricoltore di Carovigno che stava  lavorando nelle campagne tra la borgata di Serranova e il mare, è morto poco dopo le 16 odierne a causa del ribaltamento del trattore di cui era alla guida. E' stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi per estrarre la salma dell'uomo, pare 65enne, da sotto al trattore capovolto.

Il gravissimo incidente, l'ennesimo dovuto al ribaltamento di un trattore, si è verificato in un oliveto non molto distante dalla provinciale che dalla superstrada 379 Bari-Brindisi, svincolo di Serranova-Pennagrossa- Torre Guaceto, conduce proprio alla borgata. L'appezzamento si trova alla prima curva, quando comincia la distesa di olivi secolari della tenuta Vallone, non molto lontano dall'abitazione di D'Amico. Lo strazio dei parenti è sfociato anche in tensione nei confronti dei pochi giornalisti presenti sul posto. Del caso si stanno occupando i carabinieri della stazione di Carovigno e della compagnia di S. Vito dei Normanni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento