rotate-mobile
Cronaca

Flash/ Operazione Calypso, il cegliese Gennaro Solito arrestato a Malpensa

MILANO – Arrestato appena sceso dall’aereo che lo aveva riportato in Italia dalla Thailandia. Con la cattura di Gennaro Solito, ex agente di polizia di 56 anni, di Ceglie Messapica, salgono a 9 gli arrestati dell’Operazione Calypso scattata ieri tra Valona, Mesagne, Ostuni e la stessa Ceglie e condotta dai carabinieri del Ros e dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce contro la nuova rete operativa della Sacra Corona Unita.

MILANO – Arrestato appena sceso dall’aereo che lo aveva riportato in Italia dalla Thailandia. Con la cattura di Gennaro Solito, ex agente di polizia di 56 anni, di Ceglie Messapica, salgono a 9 gli arrestati dell’Operazione Calypso scattata ieri tra Valona, Mesagne, Ostuni e la stessa Ceglie e condotta dai carabinieri del Ros e dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce contro la nuova rete operativa della Sacra Corona Unita.

Sono stati i carabinieri della compagnia di Gallarate e della stazione di Milano Malpensa, assieme agli stessi colleghi del Ros ad attendere l’arrivo di Solito, indicato dagli inquirenti come il responsabile della Scu per la zona di Ceglie Messapica assieme ad uno degli otto arrestati di ieri, Nicola Nigro di 36 anni. All’arresto ha collaborato la Polaria dell’aeroporto internazionale di Milano.

Stando all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Lecce su richiesta della procura antimafia salentina, Solito si occupava dell’imposizione del pizzo alle imprese della sua zona e del controllo del mercato della droga, in particolare di quello della cocaina, fornita all’organizzazione da una cosa del Crotonese, quella dei Megna.

Mancano ancora all’appello il capo del ricostituito clan, Daniele Vicientino assieme ad uno dei suoi uomini, Tobia Parisi, entrambi di Mesagne. Secondo gli investigatori i due dovrebbero essere insieme. Vicientino guiderebbe il gruppo col beneplacito del suo referente, Antonio Vitale, detenuto da anni, a sua volta legato al fondatore della Sacra Corona Unita, Giuseppe Rogoli.

Il nuovo gruppo si stava progressivamente riconvertendo al controllo del giro delle scommesse online, dei videopoker e delle slot machine, un settore in cui da tempo operava la mente dell’organizzazione, il contrabbandiere internazionale ostunese Albino Prudentino di 59, arrestato ieri a Valona dalla polizia albanese e dai carabinieri a 48 dall’inaugurazione di un casinò di sua proprietà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flash/ Operazione Calypso, il cegliese Gennaro Solito arrestato a Malpensa

BrindisiReport è in caricamento