menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Motovedetta della Guardia costiera di Brindisi

Motovedetta della Guardia costiera di Brindisi

Flash/ Ricerche sub scomparso da ieri

BRINDISI – Un pescatore subacqueo brindisino è scomparso dal tardo pomeriggio di ieri, ed è attualmente al centro di serrate ricerche coordinate dalla Capitaneria di Porto e condotte con tre mezzi navali e due velivoli della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza, nel tratto di mare tra il capoluogo ed Apani. L’ufficialità della scomparsa è giunta attorno alle 20 di ieri, quando la madre del sub ha dato l’allarme per il mancato rientro del figlio. La pesca subacquea in apnea è infatti consentita solo dall’alba al tramonto, e con il buio il giovane sarebbe dovuto rientrare senz’altro.

BRINDISI - Un pescatore subacqueo brindisino è scomparso dal tardo pomeriggio di ieri, ed è attualmente al centro di serrate ricerche coordinate dalla Capitaneria di Porto e condotte con tre mezzi navali e un elicottero della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza, nel tratto di mare tra il capoluogo ed Apani. L'ufficialità della scomparsa è giunta attorno alle 20 di ieri, quando la segnalazione alla Capitaneria di Brindisi è giunta da Roma, dal centro operativo del servizio 1530. Sembra sia stata la madre del sub a dare l'allarme per il mancato rientro del figlio. La pesca subacquea in apnea è infatti consentita solo dall'alba al tramonto, e con il buio il giovane sarebbe dovuto rientrare senz'altro.

C'è poi un altro particolare inquietante: un pallone segnasub alla deriva è stato infatti recuperato da persone a bordo di una imbarcazione da diporto nella zona tra Giancola ed Apani, e pare sia proprio quello del pescatore subacqueo scomparso. Considerando vento e corrente da scirocco, la zona di immersione scelta dal giovane potrebbe essere localizzata anche poco a nord della città, quindi la zona delle ricerche è molto ampia. Potrebbe risultare d'aiuto la localizzazione del mezzo con cui il sub ha raggiunto il punto della costa da cui si è poi immerso, e infatti stamattina erano in corso anche le ricerche della sua auto.

Da quanto si è appreso, lo scomparso si era immerso da solo e non con un compagno. Questo rende molto più complicato capire dove cercare, oltre a rappresentare una imprudenza in cui purtroppo incorrono in molti tra i praticanti della pesca subacquea. In ogni caso, il punto del ritrovamento del pallone è tra i più frequentati dai pescatori subacquei della zona, data la presenza di secche rocciose e lastroni non molto lontano dalla costa, quindi raggiungibili anche a nuoto o piccoli acquascooter.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento