Flash/ Suicida gestore di sala giochi

LATIANO – Un colpo di pistola esploso da brevissima distanza alla tempia. Una ferita che non ha lasciato scampo a Candido Filomena, 31 anni, gestore di una sala giochi in via Roma, apperentemente suicida. Ma i carabinieri della stazione di Latiano e della compagnia di S.Vito dei Normanni, che conducono le indagini, hanno deciso assieme al pm di turno di effettuare il test Stub per essere certi che sia stata la vittima a sparare. Filomena, agonizzante, è stato trovato dal suo socio al quale aveva inviato un sms prima di uccidersi. Ma anche le persone che vivono nei pressi del deposito dove è avvenuto il fatto, su via Torre, erano stati messi in allarme dalla detonazione. Il fatto è avvenuto attorno alle 6,40.

Una radiomobile dei carabinieri

LATIANO – Un colpo di pistola esploso da brevissima distanza alla tempia. Una ferita che non ha lasciato scampo a Candido Filomena, 31 anni, gestore di una sala giochi in via Roma, apperentemente suicida. Ma i carabinieri della stazione di Latiano e della compagnia di S.Vito dei Normanni, che conducono le indagini, hanno deciso assieme al pm di turno di effettuare il test Stub per essere certi che sia stata la vittima a sparare. Filomena, agonizzante, è stato trovato dal suo socio al quale aveva inviato un sms prima di uccidersi. Ma anche le persone che vivono nei pressi del deposito dove è avvenuto il fatto, su via Torre, erano stati messi in allarme dalla detonazione. Il fatto è avvenuto attorno alle 6,40.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vana la corsa verso l'ospedale Perrino di Brindisi dell'ambulanza del 118 di Latiano. Candido Filomena è arrivato intorno alle 8 al pronto soccorso dove è deceduto un'ora dopo. Accanto alla vittima, nel deposito, una pistola semiautomatica sequestrata ed affidata per i rilievi ai carabinieri del nucleo di investigazioni scientifiche, ed un biglietto. Da quanto si è appreso in via informale, Candido Filomena era oppresso da una grave situazione debitoria. Nel messaggio al socio aveva scritto: "Vieni al deposito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • "Dacci 50mila euro o ti bruciamo gli ulivi": ma l'imprenditore sporge denuncia

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Allarme clima: la provincia di Brindisi è quella che si sta riscaldando di più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento