rotate-mobile
Cronaca

Fondazione Giannelli: "Struttura per anziani mai entrata in funzione"

Interrogazione al sindaco di Gabriele Antonino (Pri) sulla sorte del lascito del commendatore Severino Giannelli

BRINDISI – Una interrogazione al sindaco sulle sorti della Fondazione Giannelli è stata presentata dal consigliere comunale Gabriele Antonino, capogruppo del Pri.  “Si tratta di una Fondazione – si legge nella nota di Antonino - in cui è confluito l’ingente patrimonio immobiliare che fu donato al Comune ed alla Asl dal defunto commendatore Severino Giannelli con il fine di realizzare una struttura di accoglienza per anziani. 

“Da notizie assunte tramite internet, non essendovi alcuna informazione sulla Fondazione nel sito web del Comune, sembrerebbe che il patrimonio immobiliare sia stato dilapidato dai diversi Commissari che hanno guidato il sodalizio, con cessioni dei fabbricati operate a prezzi infimi che spesso hanno visto protagonisti, in qualità di acquirenti, anche esponenti politici cittadini”.

“Il tutto per realizzare una struttura che non è mai entrata in funzione e che, a quanto pare, non sarebbe conforme al Regolamento dettato dalla Regione Puglia per disciplinare le caratteristiche che devono essere possedute dalle strutture destinate a dare accoglienza agli anziani”.

Antonino ricorda che “su questa incredibile vicenda, tra l’altro, l’attuale sindaco, all’epoca in cui rivestiva la carica di consigliere comunale, unitamente all’attuale presidente del consiglio Giuseppe Cellie, ebbe a proporre la nomina di una commissione speciale d’indagine il cui insediamento non venne approvato dal consiglio comunale”.

“Nella interrogazione- prosegue il capogruppo del Pri - ho appunto chiesto al sindaco se nella sua attuale veste sia riuscito ad avere contezza degli atti della Fondazione Giannelli, di cui lamentava in passato l’inaccessibilità, e se ritiene che nella gestione del sodalizio siano stati commessi, atti, fatti od omissioni di interesse della Procura della Repubblica di Brindisi o della Sezione Regionale della Corte dei Conti”.

“Infine – si legge ancora nel comunicato - ho richiesto che la discussione della interrogazione avvenga in forma pubblica al primo consiglio Comunale utile. E’ di tutta evidenza, infatti, l’interesse diffuso tra i cittadini ad avere informazioni in merito a questa vicenda, attesa anche la carenza di strutture per anziani nella nostra città che costringe i brindisini a trovare ospitalità in strutture della provincia o, addirittura, di altre città pugliesi, con enormi disagi anche per i famigliari oltre che costi che non tutte le famiglie  possono permettersi di sostenere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Giannelli: "Struttura per anziani mai entrata in funzione"

BrindisiReport è in caricamento