Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca via Del Lavoro

Fontana Tancredi: divelta la recinzione del cantiere. Intervengono i pompieri

Secondo i costruttori sono vere e proprie azioni di sabotaggio quelle perpetrate da giorni ai danni del cantiere della discordia situato sulla fontana di Tancredi, dove si stanno effettuando i lavori di realizzazione di un edificio multipiano. Nella serata di oggi (29 ottobre) sono intervenuti i vigili del fuoco per ripristinare la recinzione metallica che circonda l’area

BRINDISI – Secondo i costruttori sono vere e proprie azioni di sabotaggio quelle perpetrate da giorni ai danni del cantiere della discordia situato sulla fontana di Tancredi, dove si stanno effettuando i lavori di realizzazione di un edificio multipiano. Nella serata di oggi (29 ottobre) sono intervenuti i vigili del fuoco per ripristinare la recinzione metallica che circonda l’area. Qualcuno aveva infatti divelto la rete, riversando nello scavo dei mattoni di cemento, delle palizzate di legno e dei copertoni utilizzati per fissare le barriere al suolo.

Gli operai quest’oggi erano rimasti sul posto fino alle ore 16. Intorno alle ore 19, dopo aver constatato che per l’ennesima volta il cantiere era finito nel mirino dei sabotarori, il titolare dell’impresa che sta costruendo l’opera, la  EdilMicaletti, ha dovuto chiedere l’ausilio dei pompieri. Perché senza adeguate protezioni, lo scavo avrebbe rappresentato una seria minaccia per l’incolumità di pedoni e automobilisti.

Da quanto riferito a BrindisiReport da Vito Micaletti, quello odierno non è un episodio isolato. “Il maltempo – riferisce Micaletti – non c’entra con il La recinzione del cantiere-2cedimento della recinzione. Ogni giorno qualcuno cerca di ostacolare i lavori, smantellando le barriere che realizziamo intorno al cantiere”. Non è bastato neanche l’accorgimento di fissare la recinzione al suolo con una striscia di cemento per scoraggiare gli autori dei raid. “Queste persone – afferma ancora Micaletti – non si rendono conto che per fare un dispetto a noi, rischiano di mettere in serio pericolo l’incolumità delle persone”.

L’imprenditore ha segnalato l’accaduto alla polizia municipale e ai tecnici del Comune recatisi sul posto per un sopralluogo. Non è escluso che nei prossimi giorni si possa chiedere l’acquisizione delle immagini di una telecamere che si trova vicino al cantiere.

Tali episodi, ad ogni modo, contribuiranno ad alimentare le polemiche innescate dall’avvio dei lavori. Nella giornata di ieri, a seguito di un sopralluogo effettuato dal dirigente del settore Urbanistica, Fabio Lacinio, il titolare dell’impresa, preso atto di alcune riserve avanzate dall’amministrazione comunale, aveva dato la propria disponibilità a sospendere i lavori in maniera autonoma, “in modo da approfondire l’intera problematica” (fra i nodi da sciogliere, ve n’è uno, venuto alla luce solo un paio di giorni fa grazie a un articolo di BrindisiReport, riguardante l'esistenza di un vincolo imposto dalla Soprintendenza ai Beni monumentali nel lontano 1968, recepito nel Piano regolatore generale approvato nella seconda metà degli anni Ottanta). Nella giornata odierna, però, a quanto pare, i lavori sono andati avanti, con l’impiego di una betoniera. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontana Tancredi: divelta la recinzione del cantiere. Intervengono i pompieri

BrindisiReport è in caricamento