Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Foresteria: Provincia invia le guardie

BRINDISI – Quasi un blitz nelle stanze della Foresteria: polizia provinciale e tecnici della Provincia, armati di taccuini e misuratori di distanza, si sono recati di primo mattino presso la struttura ricettiva, all’interno della Cittadella, con la pretesa di eseguire misurazioni dettagliate in relazione ai locali gestiti, sin dal 1996, dalla società “Foresteria Srl”, legalmente rappresentata dall’imprenditore Luigi Martucci, sulla scorta di una convenzione firmata a suo tempo con la Cittadella della Ricerca e rinnovata nel 2008, con la conferma di tutti gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria a carico del locatario e la rinuncia, da parte dello stesso locatario anche al diritto di prelazione in caso di cessione dell’immobile da parte della Provincia (che ne è proprietaria come di tutti gli altri immobili del complesso) e all’indennità di avviamento.

BRINDISI - Quasi un blitz nelle stanze della Foresteria: polizia provinciale e tecnici della Provincia, armati di taccuini e misuratori di distanza, si sono recati di primo mattino presso la struttura ricettiva, all'interno della Cittadella, con la pretesa di eseguire misurazioni dettagliate in relazione ai locali gestiti, sin dal 1996, dalla società "Foresteria Srl", legalmente rappresentata dall'imprenditore Luigi Martucci, sulla scorta di una convenzione firmata a suo tempo con la Cittadella della Ricerca e rinnovata nel 2008, con la conferma di tutti gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria a carico del locatario e la rinuncia, da parte dello stesso locatario anche al diritto di prelazione in caso di cessione dell'immobile da parte della Provincia (che ne è proprietaria come di tutti gli altri immobili del complesso) e all'indennità di avviamento.

Nuovo atto di forza della Provincia, dunque, nel braccio di ferro che ha come epicentro la gestione del complesso scientifico-tecnologico di Cittadella, oggetto da alcune settimane di una dura battaglia. E sotto tiro torna la gestione della Foresteria: un immobile che concentra servizi essenziali sia per le società insediate che per l'Università del Salento, con 75 stanze e servizi di vario genere (mensa inclusa, per gli ospiti).

L'avvocato Piero Lorusso, legale della "Foresteria Srl", contesta apertamente metodo e ragioni che hanno portato l'Amministrazione provinciale ad eseguire, attraverso tecnici e agenti dell'ente, il sopralluogo a sorpresa: "Di fatto un tentativo di incursione che lascia prefigurare un comportamento spregiativo del diritto che regola il contratto d'uso dei locali, con procurato turbamento agli utenti della struttura. Sostanzialmente siamo alla modifica unilaterale della convenzione, per intenderci. Non è ammissibile che sedicenti tecnici possano decidere, peraltro senza alcun preavviso, di effettuare la misurazione dei locali. Detto ciò, non si comprende lo scopo e l'utilità di tale incursione, visto che il rapporto tra la Cittadella e la Foresteria srl è regolato da un contratto a corpo, non a misura".

Sulla questione, dunque, i legali della società Foresteria srl non escludono ulteriori azioni a salvaguardia della legittima e regolare attività d'impresa: "Purtroppo continuiamo ad assistere a comportamenti non univoci all'interno della stessa amministrazione provinciale: nella circostanza quello che pensa l'assessore al Bilancio, non è proprio ciò che sostiene e fa la Direzione amministrativa di Settore".

Sulle accuse di mala gestione circolate nei mesi scorsi sia contro le passate gestioni della società consortile per azioni Cittadella della Ricerca, che più recentemente contro quella della Foresteria, dipinte come centri di smistamento di privilegi, affari e scelte sbagliate, la battaglia è tuttora in corso. Ai dossier al veleno, gli interessati hanno replicato con le querele, Foresteria srl compresa. Luigi Martucci, attraverso la querela affidata all'avvocato Lorusso, ha già respinto dettagliatamente ogni illazione ed affermazione circa il fatto che egli abbia tratto illecitamente vantaggio dalle convenzioni con Cittadella della Ricerca, lucrando sul prezzo d'affitto delle stanze, respingendo l'accusa di avere aperto all'esterno la struttura della foresteria.

Sull'intera querelle Cittadella sta svolgendo un'istruttoria politico-amministrativa una apposita commissione del consiglio provinciale. Nel frattempo Cittadella della Ricerca è stata pilotata verso la liquidazione, e ne è liquidatore l'ultimo presidente della Scpa, Antonio Andreucci, per essere sostituita attualmente, per quanto riguarda i soli servizi condominiali, dalla multiservizi Santa Teresa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foresteria: Provincia invia le guardie

BrindisiReport è in caricamento