Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Forum ambiente: "La pineta andava curata e monitorata, non abbattuta"

Il forum “Ambiente salute e sviluppo” trova “discutibile” l’abbattimento dei pini del piazzale superiore del monumento al marinaio, effettuato due settimane fa dal comune di Brindisi. Attraverso una nota stampa, l’associazione esprime tutte le sue riserve nei confronti di tale intervento. Innanzi tutto viene rimarcato come la nuova pineta “bonsai” sia costata 35mila euro

BRINDISI – Il forum “Ambiente salute e sviluppo” trova “discutibile” l’abbattimento dei pini del piazzale superiore del monumento al marinaio, effettuato due settimane fa dal comune di Brindisi. Attraverso una nota stampa, l’associazione esprime tutte le sue riserve nei confronti di tale intervento. Innanzi tutto viene rimarcato come la nuova pineta “bonsai” (20 pini alti da 3,50 metri in su) sia costata 35mila euro. E poi si contestano le motivazioni con cui è stato disposto l’abbattimento: il dichiarato pericolo ed il fatto che la vita di tali alberi  non può superare quaranta anni.  

“Secondo tali tesi  - si legge nel comunicato del forum - pinete secolari di grande  valore paesaggistico e naturalistico dovrebbero scomparire in Italia e nel mondo”.

A detta di “Ambiente salute e sviluppo”, la gestione del patrimonio verde avrebbe dovuto prevedere “un costante monitoraggio, attività di messa in sicurezza e la manutenzione di radici, tronchi ed apparato  foliare  ed interventi mirati di abbattimento di singole piante effettivamente in pericolo e per garantire la rigenerazione dell’ecosistema, da salvaguardare e riqualificare e non da rimuovere come nel caso della pineta del Monumento al Marinaio”.
Inoltre “gli abbattimenti dovrebbero essere l’ultima soluzione, mentre bisognerebbe dare priorità ai  lavori per la messa in sicurezza delle  alberature, per la pulizia dei rami secchi e per l’alleggerimento delle chiome nonché  di tutti gli altri alberi catalogati”. 

Il forum si chiede “quale sia stato il monitoraggio , quale la messa in sicurezza, quale lo sfrondamento delle chiome a tutela della pineta e quali analisi hanno portato a definire tutti  i pini   pericolanti  per giustificare l’abbattimento”.

Altro aspetto da non trascurare è che il fronte verde prospiciente  via  Ammiraglio Millo  “è stato oggetto di battaglie legali ed è stato intaccato  per far posto a palazzine e per garantire ad esse la visuale sul porto”. 

Il forum dunque si chiede se sia “stata richiesta, ai sensi del decreto legislativo del 22/1/2004 l’autorizzazione alla competente Soprintendenza del Ministero per i Beni Ambientali e Culturali e per il turismo prima di metter mano ai “i valori paesaggistici oggetto di protezione’”. “L’abbattimento dei pini secolari  - conclude il forum - ci sembra discutibile  e l’auspicio è che questioni del  genere vengano in futuro  affrontate con maggiore approfondimento e la dovuta progettazione”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forum ambiente: "La pineta andava curata e monitorata, non abbattuta"

BrindisiReport è in caricamento