rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Fotovoltaico, l'inchiesta di BrindisiReport.it incontrò gli stessi nomi

BRINDISI – Antonio Puliafico, Giovanni Buglisi, Domenico Catalfamo: sono tre nomi dell’indagine “Senza Via” del Noe dei carabinieri di Lecce e della procura di Brindisi, sono gli stessi nomi che compaiono sui cartelli di cantiere degli impianti fotovoltaici in contrada Belloluogo, all’incrocio dei territori di San Vito dei Normanni, Brindisi e Mesagne al centro di un servizio di BrindisiReport.it del 23 gennaio scorso. Un’area particolarmente fitta di impianti già realizzati e di altri in fase di realizzazione, come da recente esposto dell’avvocato civilista Antonello Bruno. Impianti tutti da un megawatt realizzati, come nel caso di San Donaci e altrove, a inseguimento, con la tecnica del frazionamento e della proprietà distinta impianto per impianto, ma stesso progettista, stesso direttore dei lavori e stesso direttore di cantiere. Non stessa data per la Dia.

BRINDISI - Antonio Puliafico, Giovanni Buglisi, Domenico Catalfamo: sono tre nomi dell'indagine "Senza Via" del Noe dei carabinieri di Lecce e della procura di Brindisi, sono gli stessi nomi che compaiono sui cartelli di cantiere degli impianti fotovoltaici in contrada Belloluogo, all'incrocio dei territori di San Vito dei Normanni, Brindisi e Mesagne al centro di un servizio di BrindisiReport.it del 15 gennaio scorso. Un'area particolarmente fitta di impianti già realizzati e di altri in fase di realizzazione, come da recente esposto dell'avvocato civilista Antonello Bruno. Impianti tutti da un megawatt realizzati, come nel caso di San Donaci e altrove, a inseguimento, con la tecnica del frazionamento e della proprietà distinta impianto per impianto, ma stesso progettista, stesso direttore dei lavori e stesso direttore di cantiere. Non stessa data per la Dia.

Ciò non vuol dire che anche nel caso di Belloluogo sia stata aggirata la legge: questo lo stabilirà solo il giudice terzo. Ma sicuramente il caso rientrerà - stando a quanto dichiarato stamani dal procuratore aggiunto Nicolangelo Ghizzardi - nella campagna di verifiche avviata dagli inquirenti brindisini. Un fatto però le foto e il servizio lo dimostrano, collegandosi all'operazione odierna: il raggio d'azione della persone citate era molto vasto, la lista delle società costituite per la gestione di impianti nel Brindisino molto lunga, nel caso di Belloluogo la ditta realizzatrice sempre la stessa, la Eds Infrastrutture, con sede legale - sarà un caso - a Terme Vigliatore, Messina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fotovoltaico, l'inchiesta di BrindisiReport.it incontrò gli stessi nomi

BrindisiReport è in caricamento