rotate-mobile
Cronaca Francavilla Fontana

Francavilla, banditi tra i clienti dell'ufficio postale

FRANCAVILLA FONTANA - Seconda rapina in meno di un mese alle poste centrali di Francavilla Fontana, a un passo dal castello degli Imperiali, vecchia sede del municipio, con modalità identiche al colpo messo a segno il primo settembre scorso. Tutto è accaduto intorno alle 14 e 30. Tre rapinatori, con il volto coperto da passamontagna e mano armata da altrettante pistole, hanno preso d’assedio l’ufficio postale, pretendendo che venisse consegnato loro il denaro contante delle casse, ancora in corso di quantificazione. Così hanno fatto i dipendenti dell’ufficio che, anche per evitare ritorsioni nei confronti dei clienti che affollavano la sede, hanno eseguito gli ordini dei rapinatori.

FRANCAVILLA FONTANA - Seconda rapina in meno di un mese alle poste centrali di Francavilla Fontana, a un passo dal castello degli Imperiali, vecchia sede del municipio, con modalità identiche al colpo messo a segno il 3 settembre scorso. Tutto è accaduto intorno alle 14 e 30. Tre rapinatori, con il volto coperto da passamontagna e mano armata da altrettante pistole, hanno preso d'assedio l'ufficio postale, pretendendo che venisse consegnato loro il denaro contante delle casse, ancora in corso di quantificazione. Così hanno fatto i dipendenti dell'ufficio che, anche per evitare ritorsioni nei confronti dei clienti che affollavano la sede, hanno eseguito gli ordini dei rapinatori.

I presenti, paralizzati dal terrore, hanno seguito la scena ammutoliti. Senza osare opporre resistenza alcuna, hanno eseguito i comandi dei rapinatori, che non parevano tuttavia intenzionati ad azioni violente. Tutto si è svolto in pochi, concitati istanti, senza scene di panico, né ritorsioni da parte dei malviventi, che si sono dileguati dopo aver prelevato il bottino, a bordo di un'auto ancora in corso di individuazione. Nessuno dei presenti infatti, ha saputo riferire ai carabinieri su quale tipo di automobile siano fuggiti i tre rapinatori, che hanno potuto contare probabilmente anche sulla complicità di un quarto uomo, con funzioni di basista e conducente.

I militari dell'Arma, al comando del capitano Fabio Guglielmone, sono giunti sul posto qualche istante dopo, grazie all'allarme lanciato al 112 dai dipendenti dell'ufficio. Poche e scarne le indicazioni fornite agli investigatori: non si capisce ancora se i rapinatori avessero accento brindisino oppure no. Né tanto meno se i malviventi siano gli stessi entrati in azione esattamente un mese fa.

A fare irruzione nella struttura, sempre intorno alle 14, furono allora in due. Anche in quella occasione i malviventi erano armati di pistola e con il volto coperto da passamontagna. Magro bottino, poco più di 4mila euro, i rapinatori non riuscirono a prelevare il denaro dalla cassa che conteneva la cifra più alta, 20mila euro circa. I banditi guadagnarono subito dopo la via di fuga a bordo di una Opel Astra. Non si capisce se siano ritornati a così breve distanza di tempo proprio per rimediare al primo flop, o quasi. Oggi come allora, preziosi potrebbero rivelarsi i filmati registrati dalle telecamere del sistema di video-sorveglianza, acquisiti dai militari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francavilla, banditi tra i clienti dell'ufficio postale

BrindisiReport è in caricamento