Furto, fuga e incidenti a catena: identificato e denunciato pure un parente

I fatti il 28 maggio scorso a Francavilla Fontana dopo un taccheggio in una profumeria. Sette auto danneggiate

FRANCAVILLA FONTANA – Furto, fuga e incidenti a catena. Poco più di tre mesi dopo i fatti, avvenuti il 28 maggio nel centro urbano di Francavilla Fontana, i carabinieri della stazione cittadina dell’Arma hanno denunciato, ad identificazione compiuta, non solo l’autore della scorribanda, un 32enne del luogo, ma anche un suo parente che aveva tentato di depistare le indagini. I reati ipotizzati sono quelli di furto aggravato danneggiamento, omissione di soccorso, guida senza patente per il principale protagonista, di simulazione di reato e favoreggiamento per il congiunto.

Tutto aveva avuto inizio all’interno di una profumeria del centro di Francavilla Fontana, dove uno sconosciuto dopo aver rubato due confezioni di prodotti in esposizione si era dileguato al volante di una Renault di colore nero. Nella fuga aveva tamponato sette veicoli riuscendo poi a far perdere le proprie tracce. I carabinieri intervenuti sul teatro dei fatti, che avevano acquisito le registrazioni del sistema di videosorveglianza del negozio, e sono risaliti al proprietario della Renault.

Il 28 maggio, vistosi scoperto dopo essersi impossessato di due profumi, si era allontanato dal negozio mettendosi al volante della vettura del parente, pur non avendo mai conseguito la patente di guida. Lungo il percorso, compiuto a velocità sostenuta nel timore di incrociare pattuglie dei carabinieri, il 32enne aveva tamponato una Ford Focus con a bordo il proprietario e la figlia, che riportarono entrambi lesioni guaribili in 5 giorni.

Senza fermarsi a prestare soccorso, l’autore del furto si era poi immesso in via Spontini, quindi in via Paisiello, dove aveva urtato diversi veicoli in sosta tra i quali una Opel Zafira, una Peugeot 206, una Fiat 600, una seconda Opel Zafira, una Ford Fiesta, ed infine una Citroen C3. I proprietari dei veicoli in relazione ai danni patiti hanno presentato apposita denuncia.

Dalle verifiche effettuate è emerso che l’indagato è stato più volte denunciato per guida senza patente in condizioni di recidiva. Si è anche accertato che l’auto con cui si era dileguato e con la quale aveva provocato i danneggiamenti, era intestata a un congiunto. Quest’ultimo, venuto a conoscenza dell’accaduto, aveva denunciato il furto del veicolo nel tentativo di eludere le investigazioni. Pertanto è stato a sua volta denunciato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Tute, scooter e passamontagna: i "Falchi" scoprono il covo dei rapinatori

  • Tamponamento tra furgone e trattore sulla provinciale: feriti i conducenti

  • “Aste giudiziarie, prove evidenti”: processo immediato per nove brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento