Litiga col cognato e oppone resistenza ai carabinieri, finisce ai domiciliari

E' successo ieri sera, sabato 8 agosto. All'origine dello scontro pregresso divergenze familiari

FRANCAVILLA FONTANA - Incompresioni familiari sono alla base di una lite accesa tra due cognati nella serata di ieri, sabato 8 agosto. L'uomo, un 51enne del posto, si trovava a casa della madre 95enne e per pregresse divergenze familiari, ha aggredito il cognato.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Francavilla per calmare gli animi ma il 51enne è andato in escandescenza facendo resistenza nei confronti dei militari che sono comunque riusciti a bloccarlo. L'uomo si trova agli arresti domiciliari presso la sua abitazione mentre il cognato si è recato al pronto soccorso del Camberlingo per le cure del caso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento