rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Francavilla Fontana

“Falsa attestazione in verbale di conciliazione”: assolto sindacalista

Cosimo Di Maria era difeso dagli avvocati Pietro Piccoli e Roberto Palmisano. La sentenza è a firma del giudice Simone Orazio del tribunale penale di Brindisi

FRANCAVILLA FONTANA - E' stato assolto con formula piena perchè il fatto non sussiste Cosimo Di Maria, difeso dagli avvocati Pietro Piccoli e Roberto Palmisano (sentenza a firma del giudice Simone Orazio del tribunale penale di Brindisi) accusato di falso in atto pubblico nell’assistenza ai dipendenti della “Magrì Arreda” a Francavilla Fontana.

I titolari della storica azienda, Vincenzo Magrì e la moglie Lucia Scatigna, nel 2018, vennero arrestati dalla guardia di finanza con l'accusa di estrosione e auto riciclaggio. Entrambi chiesero e ottennero il patteggiamento con conseguente condanna a due anni e otto mesi, la loro collaboratrice, Luciana Piroscia, patteggiò due anni e quattro mesi. 

Nel gennaio 2021 venne assolto con formula piena, anche, Giacomo Gallone, l'altro sindacalista (difeso dall'avvocato Michele Fino), che scelse l’abbreviato. Dopo un anno arriva, quindi, l'altra sentenza di assoluzione le cui motivazioni saranno depositate in 90 giorni. Il giudice Orazio ha assolto, anche, la società Magrì Arreda in ordine agli illeciti amministrativi ad essa ascritti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Falsa attestazione in verbale di conciliazione”: assolto sindacalista

BrindisiReport è in caricamento