Francavilla Fontana. Trasportava rifiuti illeciti, denunciato camionista abusivo

Blitz dei carabinieri forestali di Brindisi in un'area rurale. Sul cassone c'erano plastica, ferro e scarti di vegetazione

FRANCAVILLA FONTANA - I militari del nucleo investigativo del gruppo carabinieri forestali di Brindisi hanno bloccato e sottoposto a sequestro un camion che trasportava rifiuti illeciti nell'agro di Francavilla Fontana. In particolare, nella zona, ai confini con San Marzano di San Giuseppe, monitorata perchè oggetto di casi di gestione illecita con pesanti ricadute ambientali, i forestali hanno fermato l’ autocarro, che è risultato esercitare l’ attività di trasporto in modo del tutto abusivo, non essendo iscritto all’ apposito Albo nazionale (sezione regionale) dei gestori ambientali. Altrettanto abusivo era il carico, non potendo essere accompagnato dal prescritto formulario di identificazione dei rifiuti.

camion francavilla 2-2

Nello specifico, sul cassone erano stati caricati cumuli di plastica e ferro, nonché scarti di vegetazione. Essendo il trasporto ed il carico irregolare, la destinazione non poteva essere un centro di smaltimento o recupero autorizzato, ma probabilmente uno dei tanti punti, sparsi nell’ agro francavillese, utilizzati per l’ abbandono. I militari hanno nell’ immediatezza provveduto a sottoporre a sequestro preventivo l’ autocarro, ed a deferire il proprietario e conducente, L.M. di anni 47, alla Procura della Repubblica di Brindisi. Il reato contestato è quello di gestione di rifiuti non autorizzata. .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento