rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Frode da un milione di euro con gasolio e benzina

BRINDISI – Un’evasione fiscale da oltre un milione di euro e consumo in frode di gasolio e benzina. A commetterla è stato un imprenditorie agricolo “pizzicato” dalla guardia di finanza per un periodo che va dal 2006 al 2007.

BRINDISI - Un'evasione fiscale da oltre un milione di euro e consumo in frode di gasolio e benzina. A commetterla è stato un imprenditore agricolo "pizzicato" dalla guardia di finanza per un periodo che va dal 2006 al 2007.

Gli accertamenti sono stati eseguiti dai militari del nucleo di polizia tributaria che hanno potuto rilevare come il soggetto in questione, per un arco di tempo di un anno, non avesse presentato la dichiarazione dei redditi, rendendosi così responsabile di sottrazione a tassazione di base imponibile per oltre 830mila euro ed evasione dell'Iva per oltre 160mila euro.

Una frode, insomma, da oltre un milione, emersa dopo accurate indagini nel settore dei prodotti petroliferi denaturati. L'imprenditore agricolo non agiva da solo. Secondo quanto ricostruito dalle "fiamme gialle", si era avvalso della collaborazione di altre persone: con loro commercializzava illecitamente prodotti petroliferi (gasolio e benzina) ad aliquota agevolata attraverso la falsificazione di libretti Uma (Utenti Motori Agricoli) ottenuti peraltro sulla base di false dichiarazioni di notorietà. Oltre all'evasione di accisa (imposta sulla fabbricazione e vendita di prodotti di consumo) per circa 250mila euro, c'è anche l'accusa di aver consumato in frode prodotti petroliferi per oltre 650 tonnellate.

L'imprenditore agricolo e gli altri tre soggetti sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di prodotti petroliferi denaturati, truffa e falso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode da un milione di euro con gasolio e benzina

BrindisiReport è in caricamento