rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Frode in commercio: sequestrate 10mila tonnellate di materiale ferroso

Sotto sequestro due siti in cui sono depositate 10mila tonnellate bricchette di ferro mista a Pellette di ferro nel porto

BRINDISI - Circa 10mila tonnellate di bricchette di ferro (Hbi – A) mista a Pellette di ferro (Gbi – I) sono state sequestrate ieri (venerdì 12 ottobre) dalla Capitaneria di porto di Brindisi nell’area portuale di Costa Morena, in quanto le prime erano destinate ad essere commercializzate solo come ferro.

Gli uomuni della Guardia costiera appartenenti alla sezione di sicurezza della Navigazione al comando del capitano di vascello Giovanni Cani hanno bloccato le operazioni di movimentazione e scarico delle merci, avendo ravvisato l’ipotesi di reato di frode in commercio. Successivamente il sostituto procuratore di turno del tribunale di Brindisi, messo al corrente dei fatti, ha disposto il sequestro delle aree in cui erano stete depositate le bricchette e i pelle, per un’estensione di circa 2500 metri quadri.

A tal proposito la Capitaneria rinnova l’invito a segnalare comportamenti illeciti o situazione dubbie, tramite il numero di centralino della sala operativa (0831521022) e la casella di posta elettronica cpbrindisi@mit.gov.it, attivi 24 ore su 24. Mentre, per le sole emergenze in mare, va contattato il numero blu 1530.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode in commercio: sequestrate 10mila tonnellate di materiale ferroso

BrindisiReport è in caricamento