Fucilate contro l'auto di una operaia: indagano i carabinieri

Due colpi di fucile centrano il lunotto di una Renault Clio parcheggiata nel giardino di una villetta, a Lendinuso

Foto di repertorio

TORCHIAROLO – Due colpi di fucile contro un’auto. Si indaga contro un grave atto intimidatorio avvenuto intorno alle ore 5,30 della scorsa notte (giovedì 16 gennaio) a Lendinuso, marina di Torchiarolo. Nel mirino della mala è finita la Renault Clio di proprietà di una operaia di 35 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il veicolo era parcheggiato nel cortile dell’abitazione, situato sul versante della litoranea nord salentina. Le fucilate hanno mandato in frantumi il lunotto posteriore della macchina, senza provocare feriti. Sul posto si sono recati i carabinieri della compagnia di Brindisi. Il movente dei gesto è da appurare. Al vaglio le immagini riprese dalle telecamere della zona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento