menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Intervento dei carabinieri

Intervento dei carabinieri

Fucili non denunciati, nei guai in due

Due denunce per la mancata segnalazione del luogo di detenzione del fucile, una a Fasano e l'altra a Villa Castelli. Nei guai un 77enne fasanese e un 50enne tarantino. Da accertamenti eseguiti dai carabinieri della compagnia di Fasano, nell'ambito di una serie di interventi tesi a verificare la regolare tenuta delle armi, è risultato che il 77enne, F.M., deteneva un fucile calibro 32 in un luogo diverso da quello indicato nella denuncia. L'arma è stata ritirata in via cautelare insieme a 28 cartucce dello stesso calibro.

Due denunce per la mancata segnalazione del luogo di detenzione del fucile, una a Fasano e l'altra a Villa Castelli. Nei guai un 77enne fasanese e un 50enne tarantino. Da accertamenti eseguiti dai carabinieri della compagnia di Fasano, nell'ambito di una serie di interventi tesi a verificare la regolare tenuta delle armi, è risultato che il 77enne, F.M., deteneva un fucile calibro 32 in un luogo diverso da quello indicato nella denuncia. L'arma è stata ritirata in via cautelare insieme a 28 cartucce dello stesso calibro.

I carabinieri della stazione di Villa Castelli, invece, hanno operato nell'ambito dello stesso servizio nel Comune di loro competenza, denunciando un 50enne di Grottaglie (Ta) e domiciliato a Villa Castelli, per omessa denuncia di trasferimento delle armi e omessa custodia delle armi. L'uomo non ha denunciato la variazione del luogo di detenzione del proprio fucile calibro 16, omettendo poi di custodirlo, unitamente a 49 cartucce dello stesso calibro, con le cautele necessarie a impedirne l'incauto maneggio da parte di terzi.

I carabinieri della stazione di Torre Santa Susanna, invece, nel corso di servizi di controllo alla circolazione stradale, hanno denunciato 40enne del posto, A.P. per falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. E' stato sorpreso alla guida di un'autovettura con la patente di guida scaduta nell'ottobre 2005 ma recante sul retro un talloncino adesivo di rinnovo contraffatto e riportante la proroga di validità fino al giugno 2013. La patente è stata sottoposta posta a sequestro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento