Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Ladri di monetine scatenati: escalation di furti nelle scuole

Nel week end intrusioni notturne nella scuola media Marco Pacuvio e nella scuola elementare Don Milani, dove è stato rubato anche un televisore. Nei giorni scorsi presi di mira anche gli istituti superiori

BRINDISI – Agiscono di notte. I lori bersagli prediletti sono le scuole e gli impianti sportivi. Solo nel mese di gennaio sono stati perpetrati almeno dieci furti ai danni di strutture pubbliche. Nell’ultimo fine settimana si è registrato un vero e proprio exploit, se si considera che i ladri sono entrati in azione quattro volte, depredando un paio di palestre comunali (il tensostatico situato all’interno del parco Buscicchio gestito dalla Ginnastica Temese Brindisi, saccheggiato quattro volte in meno di tre settimane, e il centro sportivo gestito dalla Cedas Avio), la scuola elementare Don Milani, in via Pastrengo, e la scuola media Marco Pacuvio, in via Palmiro Togliatti.

Entrambi i plessi fanno parte dell’istituto comprensivo Santa Chiara. Il primo furto è stato scoperto domenica mattina, da una collaboratrice della scuola Don Milani, in occasione dello svolgimento di un evento dedicato alla Giornata della memoria. Ignoti malfattori, la notte fra sabato e domenica, sono entrati nella sala professori attraverso una finestra forzata dall’esterno, senza rompere il vetro. Poi si sono diretti verso un distributore di merendine situato a ridosso del muro.  Dopo una incursione pressoché identica subita dalla scuola meno di due settimane fa, il dispenser era stato rinforzato con una protezione di ferro. Ma nonostante questo accorgimento, i ladri sono riusciti a forzare la cassettina in cui si accumulano le monetine. Uno di loro si è anche ferito a una mano, come dimostrato da alcune macchie di sangue che trovate sul pavimento.

E’ stato scoperto stamattina (lunedì 27 gennaio), invece, il furto di un televisore e delle immancabili monetine perpetrato all'interno della scuola Don Milan, in via Magenta. In questo caso i ladri hanno fatto irruzione attraverso la palestra. Dopo aver forzato il distributore, hanno prelevato anche un monitor utilizzato per le attività didattiche. Situazione analoga si era ripetuta la scorsa settimana presso la scuola materna dell’istituto comprensivo Bozzano situata in viale Europa, dalle cui aule erano stati rubati due schermi donati dai genitori. 

Ma la “banda delle monetine” non disdegna neanche gli istituti superiori. Basti pensare che a metà del mese di gennaio sono stati manomessi anche i distributori di merendine situati all’interno del liceo Artistico e Musicale “Simone-Durano”, in via Felice Assenato. Da quanto appreso, analoga incursione è avvenuta anche ai danni del liceo Scientifico, in via Nicola Brandi. 

Impianti sportivi e istituti scolastici di ogni ordine e grado, insomma, sono del tutto indifesi. L’escalation di furti di quest’ultimo mese dimostra che è fin troppo facile violare tali strutture pubbliche, agendo completamente indisturbati. Sarebbe opportuno installare adeguati impianti di videosorveglianza per tentare di arginare il fenomeno. Ma questo, si sa, comporterebbe dei costi non indifferenti, a carico della comunità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri di monetine scatenati: escalation di furti nelle scuole

BrindisiReport è in caricamento