menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti e spaccate ai danni di attività commerciali: presi due componenti di una banda

Trovati due presunti autori della banda criminale che da marzo a giugno scorso ha compiuto numerosi furti anche con spaccata nel Brindisino e nel Leccese ai danni di attività commerciali. Già arrestati nel blitz Malavita del 2014 e condannati lo scorso anno

BRINDISI – Trovati due presunti autori della banda criminale che da marzo a giugno scorso ha compiuto numerosi furti anche con spaccata nel Brindisino e nel Leccese ai danni di attività commerciali. Si tratta di Luca Carriero 25enne di Brindisi e Diego Catucci 27enne originario di Mesagne e residente a Brindisi. I due sono stati individuati nell’ambito di un’attività investigativa compita dal personale della Squadra mobile di Brindisi coordinata dal pubblico ministero Raffaele Casto. Nella mattinata di oggi, lunedì 22 maggio, sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. 

Un aiuto all’individuazione dei due presunti autori è giunta dalle telecamere installate negli esercizi presi di mira che in più occasioni hanno ripreso le Foto Diego Catucci(FILEminimizer)-2scene per intero. Il resto lo ha fatto la minuziosa attività investigativa degli agenti della Sezione Antirapina. Secondo gli investigatori la banda è composta da tre-cinque persone: sono state immortalate mentre raggiungevano i negozi presi di mira a bordo di auto di grossa cilindrata e scassinavano le porte con mazze da carpentiere, piedi di porco, asce e tronchese.

Secondo una nota diramata dalla Procura della Repubblica di Brindisi i due finiti nei guai sono responsabili di almeno tre colpi. Uno del 7 giugno scorso quando fu preso di mira un club di ritrovo sociale di via Romagna a Brindisi: “lì il gruppo di malfattori, dopo essere giunto a bordo di automobile con targa falsa, impiegando grimaldelli, forzò la saracinesca, per prelevare all’interno dei locali una macchinetta automatica cambiasoldi caricata nel veicolo, con  il quale i ladri si allontanarono dal luogo dopo un’azione pianificata con modalità professionali e di brevissima durata”.

Foto Luca Carriero(FILEminimizer)-2Poi “l’8 giugno successivo fu assaltata una tabaccheria ubicata in via Materdomini. In questo caso i componenti della cellula criminale impiegarono una sega circolare per aprirsi un varco nella saracinesca. Introdottisi nella tabaccheria, i malviventi la depredavano di buona parte dei tabacchi ivi stoccati”.

Ancora “il 15 giugno fu attaccata una profumeria di Maglie, in provincia di Lecce. Gli autori del grave furto dopo aver forzato la porta di ingresso, depredarono l’esercizio commerciale di creme, unguenti ed altri prodotti presenti sugli scaffali”. Le indagini procedono con il fine di individuare anche gli altri malviventi resisi responsabili dei suddetti e di altri reati analoghi. 

I due indagati furono arrestati dagli agenti della Mobile nel blitz chiamato Malavita del 3 febbraio 2014 con accuse identiche a quelle mosse nell'ordinanza notificata oggi e sono stati condannati a conclusione del processo di primo grado il 5 maggio dello scorso anno: sei anni di reclusione per Luca Carriero e quattro anni e quattro mesi per Diego Catucci. I difensori di entrambi hanno presentato Appello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento