Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

E'accaduto nella mattinata di oggi, domenica 20 settembre, a Torre Canne. La banda viaggiava a bordo di due auto, una è fuggita

TORRE CANNE - Furto di cassaforte di un Bancomat, inseguimento, speronamento dell’auto dei carabinieri, incidente e tre persone precipitate in uno strapiombo. Si sono vissuti momenti di vera concitazione alle prime ore del giorno di oggi, domenica 20 settembre, a Torre Canne, frazione di Fasano. I tre feriti, di cui due in maniera grave, sono piantonati in ospedale dai carabinieri.  Al momento l’esatta dinamica è in fase di accertamento e si cercano i complici. 

Tutto è iniziato alle 4,30 quando una banda di malviventi ha assaltato il Bancomat di via Del Faro a Torre Canne montato da poco più di un anno. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la cassaforte è stata imbracata, agganciata a un’auto, una Lancia Lybra, e sradicata. Durante la fuga la banda si è imbattuta in una pattuglia dei carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Fasano. C’era anche un’Audi che scortava l’auto che trascinava la cassaforte. 

È stato ingaggiato un inseguimento, l’auto militare è stata speronata. I veicoli dei malviventi a un certo punto si sono ritrovati di fronte a una strada chiusa da un cancello di un Resort, sito a ridosso della statale 379 in contrada Sant’Angelo. Senza esitare hanno sfondato il cancello, ma a quel punto le loro strade si sono divise. Gli occupanti della Lybra hanno abbandonato l’auto e sono fuggiti a piedi disperdendosi nelle campagne ancora buie. La cassaforte è rimasta sul posto. 

L’Audi ha proseguito la corsa verso l’ignoto con i carabinieri alle calcagna. A un certo punto si è schiantata contro un muro, gli occupanti, erano in tre, l’hanno abbandonata tentando di fuggire a piedi ma subito dopo aver scavalcato il muro c’era il vuoto. Sono caduti in uno strapiombo ferendosi gravemente. I carabinieri hanno allertato il 118, i tre sono stati portati in ospedale dove sono piantonati. Da quanto trapelato si tratta Rom appartenenti a famiglie di giostrai. Ora si cercano i complici. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Seguono aggiornamenti 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

  • Oltre duemila ulivi secolari ancora vivi grazie a cure naturali: la testimonianza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento