Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Furto al Casale: arrestati tre albanesi

BRINDISI – M.H, 47enne originaria della zona di Durazzo (Albania) è già ai domiciliari. I suoi due compari, Coli LLajaj (31 anni di Valona), ed Ervin Sali (coetaneo, anch’egli allo status, come tutti e tre, nulla facente), per effetto del decreto “Svuota carceri”, resteranno per poco tempo a vedere il sole a scacchi, torneranno in strada. I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Brindisi, nell’ambito di preordinati servizi di controllo economico del territorio, hanno arrestato i tre soggetti albanesi. Stando all'accusa avevano appena perpetrato un furto in abitazione. Il gruppetto è stato beccato dai militari con 8.800 euro in contanti, computer, macchina fotografica, penna Mont Blanc. Bottino dell’ultimo colpo. Ai danni dell’ennesimo imprenditore preso di mira.

BRINDISI - M.H, 47enne originaria della zona di Durazzo (Albania) è già ai domiciliari. I suoi due compari, Coli LLajaj (31 anni di Valona), ed Ervin Sali (coetaneo, anch'egli allo status, come tutti e tre, nulla facente), per effetto del decreto "Svuota carceri", resteranno per poco tempo a vedere il sole a scacchi, torneranno in strada. I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Brindisi, nell'ambito di preordinati servizi di controllo economico del territorio, hanno arrestato i tre soggetti albanesi. Stando all'accusa avevano appena perpetrato un furto in abitazione. Il gruppetto è stato beccato dai militari con 8.800 euro in contanti, computer, macchina fotografica, penna Mont Blanc. Bottino dell'ultimo colpo. Ai danni dell'ennesimo imprenditore preso di mira.

Il tempo di allontanarsi di casa e i tre sono entrati in azione. In particolare, i militari della Guardia di Finanza, dopo aver notato la presenza dei soggetti che, con fare sospetto, si aggiravano nei dintorni di una villetta, di via Giovanni da Verrazzano, al quartiere Casale di Brindisi, hanno deciso di effettuare un breve appostamento. Dopo pochi minuti, infatti, i tre malviventi, sbucando da un altro vicolo, venivano bloccati dalla pattuglia della Guardia di Finanza, che accertava il furto e provvedeva a recuperare gli attrezzi da scasso e l'intera refurtiva.

I tre albanesi sono stati tratti arrestati e messi a disposizione del magistrato di turno Raffaele Casto. Sono in corso indagini - da parte dei militari guidati dal maggiore Gabriele Sebaste - a carico dei tre che risultano tutti in possesso di regolare passaporto. Saranno processati, grazie agli effetti delle ultime leggi con rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto al Casale: arrestati tre albanesi

BrindisiReport è in caricamento