Cronaca Via Dalmazia

Furto alla Peyrani: restano ai domiciliari i due brindisini arrestati dalla polizia

Confessano gli addebiti e restano reclusi in regime di domiciliari i due brindisini che la notte fra sabato e domenica sono stati arrestati dai poliziotti della Sezione volanti mentre tentavano di rubare la cassaforte della società Peyrani Trasporti

BRINDISI – Confessano gli addebiti e restano reclusi in regime di domiciliari i due brindisini che la notte fra sabato e domenica sono stati arrestati dai poliziotti della Sezione volanti mentre tentavano di rubare la cassaforte della società Peyrani Trasporti Spa situata in via Dalmazia 131/A. Vitantonio Roma, 41 anni, ed Enrico Morleo, 50 anni, difesi dall’avvocato Daniela D’Amuri, si sono presentati nella giornata di ieri davanti al gip del tribunale di Brindisi per essere sottoposti all’interrogatorio di convalida dell’arresto. 

La segnalazione di furto era giunta alla sala operativa del 113 intorno all’una della notte di oggi, domenica 5 giugno: un cittadino annunciava rumori di martellate provenire dagli uffici Aci. Sul posto si recarono alcune pattuglie di poliziotti, che circondarono i locali. 

Si accertò subito cche nel mirino dei ladri c’era la sede del Gruppo Peytrani Trasporti, azienda leader nel settore dei trasporti e sollevamenti eccezionali e delle movimentazioni portuali e non l’Aci e che Roma stava tentando di prelevare la cassaforte. Morleo alla vista dei poliziotti tentò la fuga sui tetti ma fu bloccato nel giro di pochissimi minuti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto alla Peyrani: restano ai domiciliari i due brindisini arrestati dalla polizia

BrindisiReport è in caricamento