Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Ostuni

Furto di energia da 195mila euro: nei guai titolare di pescheria e ortofrutta

Per cinque anni si sarebbe allacciato abusivamente alla rete elettrica, rubando all'Enel una cifra di quasi 195mila euro. Sono scattate la manette ai polsi per il 26enne A.G., di Ostuni, titolare di una pescheria e di un negozio ortofrutticolo situati nella Città Bianca. L'uomo è stato sorpreso in flagranza di reato dai carabinieri della stazione di Ostuni

OSTUNI – Per cinque anni si sarebbe allacciato abusivamente alla rete elettrica, rubando all’Enel una cifra di quasi 195mila euro. Sono scattate la manette ai polsi per il 26enne A.G., di Ostuni, titolare di una pescheria e di un negozio ortofrutticolo situati nella Città Bianca. L’uomo è stato sorpreso in flagranza di reato dai carabinieri della stazione di Ostuni, che hanno operato in collaborazione con personale Enel.

I militari, in particolare, hanno accertato che il ragazzo, grazie appunto all’allaccio abusivo, aveva consumato illecitamente 700mila kw di energia fra il luglio del 2010 e lo stesso mese del 2015. Di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, quindi, i carabinieri lo hanno accompagnato presso la sua abitazione in regime di domiciliari, con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica.

Si tratta di un reato estremamente diffuso nella provincia di Brindisi, come dimostrato dagli articoli su vicende analoghe pubblicati con cadenza quasi quotidiana. Nei casi di esercizi commerciali, il fenomeno assume un particolare rilievo, poiché a subirne le conseguenze sono quei commercianti che mandano avanti onestamente le rispettive attività, senza ricorrere ad alcun topo di sotterfugio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di energia da 195mila euro: nei guai titolare di pescheria e ortofrutta

BrindisiReport è in caricamento