Cronaca

Furto di energia elettrica da 126mila euro: nei guai un agricoltore

I carabinieri sono dovuti intervenire con una piccola pala meccanica per far emergere il grosso cavo interrato con cui aveva collegato la sua abitazione alla rete pubblica. Ammonta a ben 126mila euro il furto di energia elettrica di cui si sarebbe reso responsabile un agricoltore brindisino di 41 anni che risiede in un’abitazione rurale sulla strada che collega Brindisi a Tuturano.

Lo scavo affettuato dai carabinieri per far emergere l'allaccio abusivo

BRINDISI –  I carabinieri sono dovuti intervenire con una piccola pala meccanica per far emergere il grosso cavo interrato con cui aveva collegato il contatore della sua abitazione alla rete pubblica. Ammonta a ben 126mila euro il furto di energia elettrica di cui si sarebbe reso responsabile un agricoltore brindisino di 41 anni che risiede sulla strada che collega Brindisi a Tuturano.

L'uomo ha ricevuto nella giornata di ieri la visita dei militari della compagnia di Brindisi, affiancati da personale dell'Enel. L'energia sottratta illecitamente sarebbe pari a 450mila chilowat.  Il 41enne è stato arrestato e subito dopo, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi è tornato libero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di energia elettrica da 126mila euro: nei guai un agricoltore

BrindisiReport è in caricamento