Cronaca

Furto di materiale edile: in due si dichiarano estranei, uno patteggia

Il brindisino R.C., di 26 anni, ha patteggiato 8 mesi di reclusione con sospensione della pena. Claudio Chiricò, di 26 anni, resta ai domiciliari. L'albanese Doria Ruzi, 33 anni, torna invece libero, con degli obblighi restrittivi. E' quanto emerso dall'interrogatorio di convalida degli arresti dei tre individui fermati ieri (8 settembre) dai poliziotti della Sezione volanti

BRINDISI – Il brindisino R.C., di 26 anni, ha patteggiato 8 mesi di reclusione con sospensione della pena. Claudio Chiricò, di 26 anni, resta ai domiciliari. L’albanese Doria Ruzi, 33 anni, torna invece libero, con degli obblighi restrittivi. E’ quanto emerso dall’interrogatorio di convalida degli arresti dei tre individui fermati ieri mattina (8 settembre) dai poliziotti della Sezione volanti, mentre tentavano di rubare del materiale edile dal garage di un condominio situato in via Galanti, vicino all’istituto Morvillo Falcone.

I tre avevano, da quanto appurato dalle forze dell’ordine, avevano caricato la refurtiva, del valore di circa 10mila euro, a bordo di un furgoncino. Chiricò, difeso dall’avvocato Giampiero Iaia, e Ruzi, difeso da Gianluca Palazzo, di fronte al gip si sono dichiarati estranei ai fatti. Il prossimo 23 settembre si terrà l’udienza del processo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di materiale edile: in due si dichiarano estranei, uno patteggia

BrindisiReport è in caricamento