Cronaca

Furto di monetine ai danni dei bar: intercettate due bande. Un arresto

Hanno avuto la sfortuna di imbattersi nei carabinieri due diverse bande che la scorsa notte hanno preso di mura altrettanti bar situati rispettivamente a Ceglie Messapica e San Pietro Vernotico, per fare incetta delle monetine contenute nelle slot machine e nelle macchine cambia soldi

Hanno avuto la sfortuna di imbattersi nei carabinieri due diverse bande che la scorsa notte hanno preso di mura altrettanti bar situati rispettivamente a Ceglie Messapica e San Pietro Vernotico, per fare incetta delle monetine contenute nelle slot machine e nelle macchine cambia soldi. In entrambi i casi, i malviventi sono stati intercettati.

A Ceglie Messapica, in via Salvo D'Acquisto, tre ladri hanno aperto la saracinesca del bar Mauri e hanno prelevato il denaro contenuto in una macchina cambia soldi. Ma una pattuglia della locale stazione è giunta immediatamente sul posto, bloccando uno dei malfattori: il 34enne Antonio Caliandro, del posto. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato.

Poco prima, un equipaggio di carabinieri della stazione di Cellino San Marco a intercettato a San Pietro Vernotico una Fiat Bravo con due persone a bordo, con volto coperto da passamontagna, diretta a alta velocità in direzione di Brindisi. Ne è scaturito un inseguimento durante il quale i malfattori hanno lasciato cadere dall'auto tre macchinette cambia soldi rubate precedentemente dal bar Miami di via Brindisi, a San Pietro Vernotico.

L'inseguimento è terminato nelle campagne di Tuturano dove la Fiat Bravo ha fatto perdere le sue tracce nelle strade sterrate della zona. Le macchinette cambia soldi sono state recuperate. Le ricerche dei malviventi,  immediatamente avviate anche con l'ausilio delle pattuglie del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Brindisi e delle stazioni di San Pietro Vernotico e Tuturano, sono tuttora in corso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di monetine ai danni dei bar: intercettate due bande. Un arresto

BrindisiReport è in caricamento