rotate-mobile
Cronaca

Furto di prodotti nel magazzino di Torchiarolo della coop antiracket "Terra di Puglia"

TORCHIAROLO – Al momento non ci sono tracce dei malviventi che si sono introdotti nei locali della cooperativa “Terra di Puglia” a Torchiarolo asportando generi alimentari etichettati “Terre di Puglia – Libere terre”. Il furto è stato perpetrato tra il 22 e il 30 ottobre. I malviventi hanno scavalcato il muro di cinta della cooperativa che fa capo a “Libera”, associazione che gestisce i beni confiscati alla criminalità organizzata, e sono entrati nei locali facendo man bassa di alimentari che sono prodotti dalla coltivazione delle terre date loro.

TORCHIAROLO - Al momento non ci sono tracce dei malviventi che si sono introdotti nei locali della cooperativa "Terra di Puglia" a Torchiarolo asportando generi alimentari etichettati "Terre di Puglia - Libere terre". Il furto è stato perpetrato tra il 22 e il 30 ottobre. I malviventi hanno scavalcato il muro di cinta della cooperativa che fa capo a "Libera", associazione che gestisce i beni confiscati alla criminalità organizzata, e sono entrati nei locali facendo man bassa di alimentari che sono prodotti dalla coltivazione delle terre date loro.

Sono stati avvisati i carabinieri che hanno avviato le indagini. A questa cooperativa, che in passata è stata oggetto di attentati e furti, sono stati assegnati terreni confiscati alla criminalità: a Torchiarolo e a San Pietro Vernotico quelli di Antonio Screti, a Mesagne i terreni di Carlo Cantanna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di prodotti nel magazzino di Torchiarolo della coop antiracket "Terra di Puglia"

BrindisiReport è in caricamento