Cronaca

Furto in appartamento nel Salento: domiciliari ai brindisini presi dall'Arma

Tornano a casa in regime di domiciliari i brindisini arrestati giovedì (5 marzo) a Salice Salentino (Lecce), mentre tentavano di svaligiare un appartamento. Antonio Cesaria, 49 anni, e Francesco Lagatta, 44 anni, difesi dall'avvocato Daniela D'Amuri, sono stati ascoltati stamani dal gip del tribunale di Lecce nell'ambito dell'interrogatorio di convalida dell'arresto

BRINDISI – Tornano a casa in regime di domiciliari i brindisini arrestati giovedì (5 marzo) a Salice Salentino (Lecce), mentre tentavano di svaligiare un appartamento. Antonio Cesaria, 49 anni, e Francesco Lagatta, 44 anni, difesi dall’avvocato Daniela D’Amuri, sono stati ascoltati stamani dal gip del tribunale di Lecce nell’ambito dell’interrogatorio di convalida dell’arresto.

A loro dire, erano andati a Salice per incontrarsi con una persona di loro conoscenza. Passando da via Leone De Castris, però, hanno visto un mazzo di chiavi attaccato a una porta, cedendo alla tentazione di un colpo facile. Ma l’improvviso sopraggiungere del figlio del proprietario si è rivelato fatale. Entrambi sono infatti stati catturati dai carabinieri della locale stazione, prima ancora di poter rubare alcunché dall’abitazione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in appartamento nel Salento: domiciliari ai brindisini presi dall'Arma

BrindisiReport è in caricamento