rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Furto in flagranza: tre arresti

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Avevano appena “ripulito” la macchinetta “cambia soldi” di un bar, nel cuore del paese. Un lavoretto scaltro, da predoni esperti, ma le forze dell’ordine hanno scongiurato che il colpo andasse a buon fine, bloccando poco dopo gli autori dell’incursione con le mani sul bottino. Così, nel corso della nottata i carabinieri della stazione di San Pancrazio Salentino hanno tratto in arresto, poiché ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso, tre malviventi del posto, due uomini e una donna: Antonio Tedesco (45 anni, residente a San Donaci ma di fatto domiciliato in San Pancrazio Salentino), sua moglie Immacolata Marino (37 anni) e Massimiliano Marino (33 anni, fratello della donna, residente a San Donaci).

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Avevano appena "ripulito" la macchinetta "cambia soldi" di un bar, nel cuore del paese. Un lavoretto scaltro, da predoni esperti, ma le forze dell'ordine hanno scongiurato che il colpo andasse a buon fine, bloccando poco dopo gli autori dell'incursione con le mani sul bottino. Così, nel corso della nottata i carabinieri della stazione di San Pancrazio Salentino hanno tratto in arresto, poiché ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso, tre malviventi del posto, due uomini e una donna: Antonio Tedesco (45 anni, residente a San Donaci ma di fatto domiciliato in San Pancrazio Salentino), sua moglie Immacolata Marino (37 anni) e Massimiliano Marino (33 anni, fratello della donna, residente a San Donaci).

I tre nella tarda serata di ieri, attorno alle 23, approfittando della distrazione del proprietario del bar "Finalmente", avrebbero preso di mira una macchina cambia soldi presente nell'esercizio commerciale. In particolare, come ricostruito anche mediante le immagini dell'impianto di video sorveglianza, mentre i due uomini scassinavano la macchina la donna faceva da palo, pronta ad allertare i due in caso di emergenza. Tedesco & family, sarebbero riusciti nel loro colpo, senza neanche farsi notare, per poi uscire indisturbati, sicuri di averla fatta franca.

Immaginabile la sorpresa del proprietario del Bar quando si è visto asportata la somma (circa 250 euro) e per di più con la macchina mangia soldi danneggiata.

Il commerciante ha quindi immediatamente contattato il "112" consentendo ai carabinieri della locale stazione, impegnati nei consueti servizi di controllo notturno del territorio, di giungere sul posto. Ai militari è stato sufficiente visionare i filmati per avviare immediate battute di ricerca del gruppetto.

Dopo pochissimi minuti, anche mediante l'impiego di ulteriore personale del Comando Compagnia, i militari hanno raggiunto sia l'abitazione dei coniugi Tedesco-Marino che l'appartamento di Marino. E sono scattate le perquisizioni.

I tre, dopo un lungo interrogatorio, posti dinnanzi alle loro colpe e di fronte alla evidenza degli elementi raccolti dagli investigatori avrebbero ammesso ogni responsabilità. A quel punto, recuperata interamente la somma sottratta (di seguito restituita al legittimo proprietario), sono scattate le manette ai polsi dei tre ladruncoli, che a margine delle procedure di rito sono stati tradotti presso i rispettivi domicili, in attesa dell'interrogatorio di garanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in flagranza: tre arresti

BrindisiReport è in caricamento