menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto nel vivaio ed evasione: ordine di carcerazione per un uomo

Si rese responsabile di un furto di attrezzi e materiali agricoli da un vivaio, fu arrestato e mentre era domiciliari non fu trovato in casa durante un controllo da parte dei carabinieri

SAN PIERO VERNOTICO – Si rese responsabile di un furto di attrezzi e materiali agricoli da un vivaio, fu arrestato e mentre era domiciliari non fu trovato in casa durante un controllo da parte dei carabinieri. Ora arriva il conto da pagare. I carabinieri della stazione di San Pietro Vernotico hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall'Ufficio esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Brindisi, nei confronti di Maurizio Tafuro 50enne del posto. Deve scontare il residio di una pena di 11 mesi di reclusione per furto aggravato in concorso ed evasione, commessi nei mesi di febbraio e ottobre 2016.

I guai per Tafuro iniziarono nella notte del 19 febbraio 2016, quando i carabinieri di San Pietro lo arrestarono mentre unitamente ad altri due complici, tutti a bordo di un'auto, cercavano di dileguarsi dall'azienda vivaistica "Calandrino", in via sulla provinciale per Campo di Mare, da dove, dopo aver forzato il portone d'ingresso, avevano poco prima asportato vari attrezzi e materiali agricoli per un valore di 2mila euro. Successivamente, nel mese di ottobre, mentre era sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione, Tafuro fu sorpreso dai militari per strada senza alcuna autorizzazione, in violazione alle prescrizioni imposte con la misura in espiazione. Dopo le formalità di rito è stato rinchiuso nel carcere di Brindisi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento