Cronaca Ostuni

Furto nell'ambulatorio veterinario: "Non si tiri in ballo la gestione del canile"

Si riporta di seguito una lettera inviata in redazione dal segretario nazionale di Assocanili, Michele Visone, riguardo a delle dichiarazioni rilasciate a BrindisiReport dal sindaco di Ostuni, Domenico Coppola, su un furto perpetrato la notte fra il 30 e il 31 luglio all'interno dell'ambulatorio veterinario del consigliere comunale Ernesto Camassa

OSTUNI - Si riporta di seguito una lettera inviata in redazione dal segretario nazionale di Assocanili, Michele Visone, riguardo a delle dichiarazioni rilasciate a BrindisiReport dal sindaco di Ostuni, Domenico Coppola, su un furto perpetrato  la notte fra il 30 e il 31 luglio all’interno dell’ambulatorio veterinario del consigliere comunale Ernesto Camassa. 

Le scrivo in merito all’articolo pubblicato relativamente alla questione dell’aggressione al consigliere comunale Ernesto Camassa ed in particolare alla dichiarazione del Sindaco, che tale episodio possa essere riferibile alla gestione del canile comunale di Ostuni. Lo scrivente, quale rappresentante del sindacato nazionale Assocanili, a cui aderisce la ditta gestrice del servizio corrente, non può permettere dichiarazioni gratuite, forvianti e denigratorie da parte di un istituzione la quale dovere sarebbe denunciare alle autorità competenti eventuali fatti a sua conoscenza che dubito abbiano fondamento o consistenza. Non ci interessano strategie politiche o tattiche i cui fini siamo sicuri possono essere accertati dalle autorità competenti. 

Dirò di più, invito le autorità giudiziarie ad approfondire proprio la questione della gestione del canile e gli iter messi in campo dall’amministrazione al fine di valutarne la legittimità ed eventuali metodiche sull’affidamento che possono, molto probabilmente, chiarire l’eventuale compatibilità con il fatto di cronaca o la possibile strumentazione di esso, chiedendo in tempi stretti, di essere sentiti in merito alla questione.

Chiaramente il Sindaco dovrà rispondere ad un eventuale querela, al vaglio del nostro ufficio legale ed oggetto di valutazione dal nostro associato, da presentare alle autorità competenti a cui non esiteremo di associarci per quanto di competenza a tutela del settore e dei danni provocati all’immagine di esso. 

Mi auguro che il Sindaco abbia i giusti ed opportuni elementi per supportare quanto dichiarato, cosa che dubitiamo, ed assicuriamo allo stesso che la vicenda e le autorità preposte avranno tutta la nostra collaborazione affinchè tale episodio abbia la giusta collocazione nei rispettivi interessi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto nell'ambulatorio veterinario: "Non si tiri in ballo la gestione del canile"

BrindisiReport è in caricamento